Barcellona Gaudi-fantastica: itinerario sulle traccie del modernismo

 

Anche per il turista meno preparato in visita a Barcellona e’ impossibile non imbattersi nell’ estro creativo di Gaudi’.  Barcellona e’ disseminata di opere di questo stravagante architetto che ha plasmato la citta’ con il suo stile bizzarro.

Ecco un’itinerario allo scoperta delle 5 opere piu’ blasomate di Gaudi’ nel centro di Barcellona:

 

Casa Batllo’

Scoraggiata dal prezzo d’ingresso di €18,15 per la mia seconda volta a Barcellona avevo deciso inizialmente di non visitarla. Allettata pero’ dalla mancanza di coda, nel mio secondo giorno nella capitale catalana, mi sono lasciata cosi’ tentare. E cosi’ ora posso dirvi la mia. Senza dubbio devo complimentarmi con la famiglia Batllo’ che commissiono’ la costruzione della loro casa all’estravagante Gaudi’, se lo sono adesso le sue opere pensatevi ai primi del ‘900. All’interno ci sono diversi elementi strutturali interessanti ma la casa e’ spoglia degli arredi. Per me invece la bellezza e il fascino della originalita’ di questa casa sta proprio sotto gli occhi di tutti: la facciata principale che da su Passeig de Gracia ti lascia a dir poco con gli occhi spalancati e il naso all’insù. I colorati mosaici che tassellano la facciata nelle loro forme fantasiosi sembrano cambiare luce con il sole, le grande vetrate centrali sorrette da ossa ricordano la bocca spalancata di qualche creatura fantastica mentre i balconi sembrano delle maschere di carnevale. Allontandoci si riesce anche ad ammirare qualche scorcio sulla schiena di questo colorato drago, scusate intendevo del tetto a “scaglie”.
Abituata ai musei gratis di Londra o di New York,  forse se l’ingresso costasse meno mi avrebbe fatto un effetto … diverso. Per fortuna con il biglietto d’entrata c’e’ anche l’audioguida in italiano, indispensabile per orientarmi e capire qualcosa di piu’ sulla follia artistica di Gaudi. Questo il sito ufficiale www.casabatllo.es

Casa Milà, ‘La Pedrera’


A pochi passi da Casa Batllo’, sempre lungo Passaig de Gracia, c’e’ ‘Casa Mila’ . Pensato come un condominio di appartamenti in realtà a lavori ultimati non deve essere piaciuto tanto  ai residenti del quartiere che hanno dato a questa architettura il nickname dispregiativo di ‘La Pedrera’ , ovvero ‘cava di pietra’, data l’assomiglianza ad un blocco di pietra grezza, povero Gaudì! Ora, al contrario, Casa Mila  attrae milioni di turisti che fanno la coda per salire fin sul tetto: l’attrazione piu’ fotografata sono infatti i fantasiosi camini dalle inquietanti sembianze di teste di guerrieri medievali di pietra. Per €15 è possibile visitare l’androne, un appartamento modello con i mobili originari dell’epoca e salire sul tetto. Io però la visita all’interno l’ho lasciata ad un prossimo trip.
www.lapedrera.com

Park Güell

E’ il giardino di quello che dovrebbe essere stato un progetto più ampio di citta’-giardino, un’oasi residenziale mai andata in porto. Un’attrazione decisamente nel mio stile e per di piu’ gratuita! Merito forse del suono dell’Hang, magico strumento a percussioni suonato da un’artista di strada, che ci ha accompagnato, in una splendida giornata di sole, quasi misticamente in una passeggiata alla scoperta di questo parco fiabesco.
Spettacolare la vista che si ammira seduti dalla panchina dalla terrazza panoramica che si snoda come un serpente colorato e tempestata di mosaici messi quasi a caso per 150mq. Troppo fuori anche le due casette all’entrata del parco, mi sembrava di essere entrata nel mondo dei cartoni degli snorky.

Sagrada Familia – Temple Expiatori de la Sagrada Familia

itinerario scoperta opere di Gaudi a Barcellona
Forse l’opera piu’ famosa ed incompiuta di Gaudi’, forse la sua fama e fascino stà proprio nel fatto che è un perenne work-in-progress. La visita all’interno – €12,50 – a mio parere non regge i confronti con la maestosita’ e la complessita’ delle facciate esterne: imponenti, ricche di simbolismi cristiani e mistici, di elementi decorativi gotici e floreali con le scene della vita di Gesu’ raccontate sui 3 lati. E poi queste torri che svettano nel cielo e sembrano non finire mai.  E poi ammirare la Sagrada Familia mi ha portato indientro nel tempo:  mi sembrava uno di quei castelli di sabbia che facevo da bambina colando la sabbia bagnata…solo che la Sagrada è mastodontica! www.sagradafamilia.cat

Palau Güell
Nel cuore di Barcellona, nel barrio del El Raval in una viuzza laterale alla turística Ramblas si trova quest’ennesimo capolavoro del genio di Gaudi’. Testimonianza degli inizi della carriera dell’artista questa casa ha siglato la collaborazione con l’industriale e suo mecenate il Sig. Guell.  Aperta al pubblico dopo un lungo restauro l’entrata e’ di €10 www.palauguell.cat

 

Questi sono gli edifici piu’ famosi di Gaudi’ a Barcellona, ma la sua mano e la sua ombra e’ un po’ ovunque in città.
Siete gia’ stati a Barcellona? Cosa ne pensate di queste attrazioni?

 

The following two tabs change content below.
Instancabile viaggiatrice, di quelle curiose e fai da te! Ha girato il mondo per quasi un anno con lo zaino in spalla per poi tornare con un bagaglio pieno di esperienze, ricordi e un'insaziabile voglia di continuare a viaggiare.

Latest posts by marta (see all)

9 Commenti

  1. Mi colpirono molto le foto di una collega lungo questo itinerario, ora il tuo post mi riaccende la voglia di vedere dal vivo queste immagini fantastiche!

  2. Ciao Marta! Vado a Barcellona tra qualche settimana per la prima volta! Sono estremamente attratta dall’architettura e dall’arte di Gaudì, ma il tuo post mi conferma che le attrazioni a Barcellona si fanno pagare parecchio… Penso che molte di queste le contemplerò dall’esterno! 😉 ciao a presto!

  3. @Sara – sono felice che mi dici così perchè il motivo di questo blog è proprio quello di condividere esperienze, consigli e soprattutto lasciarsi ispirare e trasmettere questa voglia di viaggiare che è intrinseca in noi

    @Silvia – ogni scusa è buona e quando non c’è basta inventarsela;-)

    @Valentina – è già purtroppo si fanno pagare ma non è detto che non valga la pena vederle tutte, dipende sempre dagli interessi proprio. Comunque se vai solo per qualche giorno di consiglio di fare una selezione. Se non hai già trovato dove dormire magari dai un’occhio a questa selezione di alberghi ed ostelli economici che avevo fatto in occasione del mio weekend a Barcellona blogdiviaggi.com/barcellona-i-migliori-ostelli-e-hotel-economici/

    @Emilio – non ti deluderà, magari vedo di condividere qualche dritta su come spendere meno o cosa ci è piaciuto di più.

  4. Marta, il ricordo di questa splendida città è ancora molto presente. L’anno scorso ho visitato Barcellona e non potevano di certo mancare le opere di quel genio di Gaudì. Anch’io ho visto le due case sul viale di Passaig de Gracia solo all’esterno proprio a causa degli alti costi… non si può fare tutto.
    Scusate se non sono molto presente ma ho i lavori in corso, sto ristrutturando casa. Ciao ragazzi

  5. Ciao Marta. Io ci sono stata qualche anno fa e la citttà mi è piaciuta tanto. Ho visitato alcune delle attrazioni che tu consigli ma mi è piaciuto soprattutto il Parco Guell.
    Un strucon
    Erika

  6. Ciao Marta! Io sono stata in vacanza nel 2009 in Spagna anche se a Barcellona ci sono stata solo un giorno, i suoi spazi immensi, il mercato, le Ramblas con i vari personaggi ambulanti mi sono entrati nel cuore! Poi ho studiato storia dell’ arte all’ università e Gaudì l’ ho adorato da subito sui testi, ma vederlo dal vivo è ancora più affascinante! Delle sue opere ho visto direttamente solo la Sagrada familia ed è stata spettacolare però mi mancano tutte le altre a partire da Parco Guelle e la Pedrera! Ci tornerei molto volentieri! Grazie al tuo post mi si sono rilluminati gli occhi! 😀

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here