Come viaggiare lavorando in Australia

Raccolta della frutta, ma anche guida del trattore, pesca delle perle o manodopera nelle miniere. La lista dei lavori rurali che è possibile svolgere in Australia è pressochè infinita, per accorgersene basta consultare l’apposita sezione del sito web del Governo australiano.

Per tutti coloro che, zaino in spalla, volessero attraversare questo meraviglioso continente cercando di finanziarsi strada facendo, lavorare nel settore rurale offre un’ampia serie di vantaggi rispetto all’esperienza nelle città:

– innanzitutto, nella quasi totalità dei casi è pagato in regola, con tutti i benefici che questo comporta (tax refound, assicurazione e quant’altro), e la retribuzione è generalmente molto buona;

– essendo lontano dai centri cittadini con tutti i suoi vizi, impone un’ampia percentuale di risparmio;

– infine, per chi è qui con un visto working holiday, 88 giorni di lavoro rurale danno automaticamente accesso all’estensione del visto per un secondo anno, da “spendere” nei cinque anni successivi. Quest’ultimo è un punto particolarmente sensibile per tutti i backpackers, infatti appena arrivati, ci si rende subito conto che l’espressione “2nd visa” è una parola d’ordine pronunciata a bassa voce da tutti i ragazzi che si trovano negli ostelli, manifestando una sorta di timore: “Ma quanto ti manca?” “Io già ce l’ho” “Che fortuna!”.

visitare l'Australia lavorando fruit picking
Oltre a questi ci sono anche benefici di carattere personale, come la possibilità di visitare luoghi al di fuori delle tradizionali rotte tracciate dalla Lonely Planet. Il lavoro duro aiuta di natura a fraternizzare con i compagni di fatiche, che sono ragazzi provenienti da varie parti del mondo, per cui è facile stringere solide amicizie da veri “mate”.

I lavori rurali più facilmente reperibili sono quelli connessi alle attività nei campi: in primis la raccolta della frutta, ma anche la potatura, la semina e tutte le attività connesse.

visitare l'australia, working holiday visto

Più ci si sposta verso nord più gli agricoltori saranno felici di accogliervi, fino ad arrivare agli sperduti paesi del Northern Territory, dove saranno addirittura entusiasti di poter entrare in contatto con persone che vengono praticamente da un altro pianeta, a patto che ci si presenti aperti e desiderosi di condividere la propria conoscenza con chi si ha di fronte. Nella mia personale esperienza, l’ultimo agricoltore con cui ho lavorato è arrivato a offrire alloggio gratuito (non affatto una cosa scontata) e lauti pasti ogni due ore, seguendo il detto di quelle parti “chi mangia tanto lavora tanto”.

Punto a sfavore del lavoro rurale è la Harvest Guide offerta dal Governo Australiano, con contatti telefonici e indirizzi: il centralino è talmente intasato di telefonate che è praticamente inutile, mentre la guida cartacea può essere usata per avere una vaghissima idea della stagionalità, visto che indica solamente il periodo del raccolto e non delle altre attività.

Consiglio molto più utile: nei supermercati per ogni ortaggio c’è una mappa che ne indica la provenienza, segnatevele.

Strumento indispensabile per trovare lavoro nei campi è l’automobile, con cui “battere a tappeto” ogni zona agricola recandosi personalmente porta a porta da tutti i farmer.

visitare l'australia, working holiday visto
In conclusione: il lavoro nei campi è duro, a volte molto duro, a volte estremo, ma per questo ben pagato; offre una buona opportunità di risparmiare soldini per viaggiare e dà accesso al secondo visto. Tuttavia, nessuna di queste caratteristiche può eguagliare lo splendore di una doccia calda per togliersi la rovente sabbia rossa di dosso alla fine di una lunga giornata o lo splendore dei cieli notturni del bush australiano.

The following two tabs change content below.
Giacomo Zamai

Giacomo Zamai

28 anni, di cui gli ultimi sei tracorsi tra macchine fotografiche e obiettivi, ho deciso di prendere un anno di pausa a spasso per l'Australia, perche' cambiare punto di vista e' indispensabile per chi, del proprio sguardo, ne ha fatto una professione. E-migrate.blogspot.com
Giacomo Zamai

Latest posts by Giacomo Zamai (see all)

3 COMMENTI

LASCIA UN MESSAGGIO