Budapest: cosa visitare e informazioni utili

Budapest è senza dubbio una delle città più affascinanti d’Europa: denominata la “Parigi dell’Est”, colpisce per la sua storia, per l’ordine, la pulizia, e soprattutto per il tocco “vintage” che regna in ogni suo angolo (e anche sottoterra! La piccola linea gialla della metro, infatti, è la più antica e la più particolare con i suoi vagoncini d’altri tempi).

Ecco cosa non dovete assolutamente perdere a Budapest:

 

Sinagoga Ebrea

Sinagoga Ebrea

 

(fermata metro rossa Astoria), la più grande in Europa e seconda nel mondo solo a quella di New York: i suoi interni rossi sono molto suggestivi, ma a colpire è soprattutto il Memorial Park che si trova dietro la struttura. Dopo aver attraversato il “Parco delle Rimembranze”, cimitero dove riposano migliaia di Ebrei Ungheresi sepolti dopo la Seconda Guerra Mondiale, si trova infatti il bellissimo “albero della vita”: un salice piangente dove, su ogni foglia, vi è inciso il nome di ogni vittima di guerra.

 

La parte antica della città: Buda

BUDA

Per chi non lo sapesse, infatti, la città di Budapest è divisa in 3 parti: Buda, Pest e Obuda. Buda è appunto la parte più antica, quella che ospita il Palazzo Reale, Il Bastione dei Pescatori e la bellissima Chiesa di San Mattia. Ci si arriva dopo aver attraversato il Ponte delle Catene (il più famoso della città, a 5 minuti di cammino dalla fermata metro gialla Vörösmarty tér;ci si arriva anche con il Tram n.2 ma vi consiglio la metro in modo tale da vedere anche la carinissima piazza Erzsébet Tér). Superato il ponte e fatte le dovute foto (il Danubio offre scorci meravigliosi) si arriva a Buda dove vi consiglio di prendere la Siklò,  funivia che vi porterà ai piedi del Castello: una volta in cima godetevi i panorami meravigliosi e andate nelle stradine della città vecchia fino alla Chiesa di San Mattia con il suo splendido tetto colorato e al caratteristico Bastione dei Pescatori (unica attrazione a pagamento). Un vero e proprio tuffo nel passato!

 

Collina Gellért

Collina Gellért

Una volta scesi dalla città alta (la passeggiata a piedi è veramente piacevole), con il bus 86 raggiungete in 4 fermate i piedi della collina Gellért (dove si trova il famoso antico hotel con le sue terme). Se siete temerari e allenati, raggiungete a piedi la cima della collina dove si trovano la Statua della Libertà e la Cittadella: attenzione, il percorso è veramente faticoso, ma verrà ampiamente ripagato dal panorama meraviglioso che godrete da lassù!

 

Terror Háza

Terror Háza

Situato su viale Andrássy  (fermata metro gialla Vörösmarty Utca), è un museo dedicato alla storia dell’occupazione prima nazista e poi comunista dell’Ungheria. Molto ben strutturato con documentari originali dei sopravvissuti, dépliant, ricostruzioni audio (solo in inglese e ungherese); è possibile visitare nei sotterranei le riproduzioni fedeli delle celle usate per i prigionieri e gli strumenti di tortura… un luogo davvero toccante.

 

Piazzale degli Eroi e Parco Városliget

Situato alla fine del bellissimo Viale Andrassy (che consiglio di fare assolutamente a piedi), vi è il Piazzale degli Eroi, dedicato appunto ai personaggi che hanno reso gloriosa la storia dell’Ungheria, con al centro la statua dell’Arcangelo Gabriele. È una piazza molto bella, su cui affaccia tra le altre cose il Museo delle Belle Arti.

 castello Vajdahunyad

Dal Piazzale si ha accesso al Városliget, il parco cittadino, che merita sicuramente una passeggiata: al suo interno, infatti, oltre allo zoo e alle terme, c’è il castello Vajdahunyad che sembra direttamente uscito dalle favole (e che oggi ospita il Museo dell’Agricoltura).

 

Le Terme Széchenyi

Terme Széchenyi

Situate all’interno del Parco Városliget (fermata metro gialla SzéchenyiFürd?), meritano almeno una mattinata di relax; il biglietto per la giornata intera costa 3800 fiorini con cabina inclusa e permette l’accesso alla piscina calda centrale e a tutte le piscine termali che si trovano all’interno del palazzo bellissimo che le ospita. Vi consiglio di andarci in mattinata quando c’è meno gente e ricordatevi asciugamani e ciabattine; assolutamente da provare poi la simpaticissima Fish Pedicure: sensazione stranissima ma di sicuro piacevole (e piedi morbidi!).

 

Isola di Margherita

Situata nel mezzo del Danubio, ci si arriva tramite i tram n.4 e n.6. E’ un’isola meravigliosa, dai colori bellissimi, e proprio vicino al suo ingresso vi è la fontana musicante con i getti d’acqua che vanno a tempo di musica. È molto amata dagli sportivi (vi sono molti impianti al suo interno) ed è possibile noleggiare biciclette, risciò o macchinine elettriche per percorrerla in tutti i suoi 2,5 km di lunghezza. Un’esperienza a cui davvero non si può rinunciare!

 

 Il Parlamento

Questo edificio storico e sfarzosissimo si trova sulla sponda del Danubio, nella piazza di Kossuth Lajos (fermata metro rossa Kossuth Lajos Tér) e merita una visita per comprendere la politica Ungherese e la storia di un Paese con i suoi simboli (avrete la possibilità di vedere infatti la Corona Ungherese, considerata simbolo nazionale). Le visite sono su prenotazione e gli orari per la guida italiana sono le 11.30 e le 16; per prenotare basta inviare una e-mail a [email protected] con il giorno e l’orario che desiderate: entro un giorno al massimo vi arriverà la conferma via e-mail da stampare e presentare all’ingresso. La visita guidata è gratuita per i cittadini UE!

 

Shoes on the Danube Promenade

Forse “l’attrazione” più toccante di tutta Budapest. Sulla riva del Danubio, proprio sotto al Parlamento, si tratta di un memorial dedicato alle vittime ebree del Nazismo che, dopo essere state obbligate a togliere le scarpe, venivano fucilate e portate via dal fiume… davvero un luogo che fa riflettere sulle atrocità subìte dal popolo ebreo.

 

INFO UTILI: Budapest è una città relativamente economica rispetto ad altri capitali europee; vi sconsiglio l’acquisto della Budapest Card (29 euro per quella che dura 72 ore) in quanto la maggior parte dei Musei ha un costo contenuto; meglio acquistare direttamente la Travel Card (quella che dura una settimana costa circa 16 euro!) che vi permette di prendere illimitatamente qualsiasi mezzo (tranne la funivia Siklò).

Per quanto riguarda il tragitto aeroporto-centro città e viceversa, il mio consiglio è di prendere il bus 200E (il biglietto è acquistabile a bordo); lo trovate proprio fuori dal Terminal 2 e dovrete scendere alla fermata K?bánya-Kispest, capolinea della metro blu, che vi consentirà di raggiungere qualsiasi punto della città. Il tragitto in totale dura circa 50 minuti!

Per lo shopping il luogo giusto è senza dubbio Vaci Utca, strada che inizia dalla colorata e gioiosa piazza Vörösmarty tér (capolinea metro gialla): qui troverete davvero di tutto, dai negozi di souvenir alle grandi catene come H&M e Zara fino all’Hard Rock Cafè. Per le tasche più esigenti, invece, lo shopping è obbligatorio su Viale Andrassy dove sono situati tutti i negozi di grandi firme.

Dove mangiare? I miei consigli sono 2: su Viale Andrassy (fermata metro gialla Opera) trovate Két Szerecsen, un bistrò aperto anche a pranzo che offre una cucina a mio parere fantastica; le tapas sono buonissime, i piatti davvero abbondanti e il prezzo è assolutamente ragionevole per la qualità del cibo. A 10 minuti a piedi dalla fermata metro gialla Vorosmarty Utca c’è invece il bellissimo Bistro 181, un locale dal sapore vintage e con una ragazza super gentile che vi aiuterà nella scelta dei piatti: ho mangiato lì la quiche più buona del mondo!

Last but not least: non fatevi mancare una passeggiata notturna sulle rive del Danubio; regalerete ai vostri occhi il ricordo di una meravigliosa città illuminata che, sono sicura, vi rimarrà nel cuore!

 

 

 

The following two tabs change content below.
Farah

Farah

Calabrese nostalgica che vive a Roma da quasi 3 anni, è innamorata del mare, degli animali e dei girasoli. Ha fatto dei viaggi la sua filosofia di vita: da sempre impegnata nel mondo del turismo per lavoro ma soprattutto per passione, appena può fa la valigia e scappa da qualche parte cercando di coltivare la sua altra grande passione, la fotografia. Amante della musica ed instancabile sognatrice, non la vedrete mai in giro senza cuffiette e iPod: ogni viaggio ha la sua soundtrack! Il suo blog Viagginelcassetto.com

7 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here