Passeggiate a Norcia tra storia e natura

Ho passato la scorsa estate a visitare la splendida Umbria, una regione piena di fascino e di attrazioni. Ho alloggiato a Norcia, una città millenaria, ricca di arte e spiritualità con una lunga storia di città degli umbri, poi romana, comune indipendente nel medioevo e sede arcivescovile sino a tempi recenti.

 

Immersa nel parco Monti Sibillini, è una delle perle della Valnerina: si organizzano passeggiate guidate, trekking e uscite a cavallo presso il centro del turismo, di cui ho approfittato più volte facendo anche incontri molto speciali con un gufo, una volpe, una lepre e un tasso, tutti nel loro habitat. Interessante soprattutto per i più piccoli, è anche la visita ai mulini delle Marcite, le campagne circostanti, che venivano allagate attraverso un sistema di dighe, per impedire ai nemici di attaccare la città.

Norcia

Il centro, cinto da antiche mura, è un caratteristico borgo umbro, ma assolutamente tipiche sono le Norcinerie, i negozietti dove si vendono i salumi che hanno reso famosa questa località. Il più antico è Ansuini, che espone all’entrata cinghiali imbalsamati e primizie del posto.

Assolutamente da non perdere sono la Castellina, opera del Vignola, che ospita anche mostre temporanee e la cripta della Basilica di San Benedetto, patrono d’Europa che, narra la leggenda, nacque proprio in questo luogo nel V secolo. Degno di nota è anche il portico fuori della basilica, dove sono ancora esposti i pesi e le misure antiche, poiché vi si svolgeva il mercato. C’è anche un piccolo museo sulla vita contadina, ma non è davvero nulla di speciale.

Norcia

Norcia è famosa sia per i suoi salumi, che per il pregiatissimo tartufo nero: vi consiglio di provare i “coglioni di mulo” (tranquilli, non hanno nulla a che vedere con il nome, è solo un tipo di salame!), il ciauscolo (un salame “spalmabile”) e ovviamente la salsa tartufata, a base di funghi e tartufo, ma anche i formaggi tipici. Se non sapete dove mangiare, a un budget ridotto c’è la “Locanda de Nursia“, un posto rustico dove servono dell’ottimo cinghiale e dei gustosi primi di zuppe e pasta al farro, anch’essa tipica.

Il mio viaggio ha compreso anche altri centri e bellezze naturali di questa regione, che spero di condividere presto con voi, fatemi sapere le vostre impressioni su Norcia se ci siete stati ;P

 

 

The following two tabs change content below.
Elisa Arttrip

Elisa Arttrip

Studentessa di storia dell'arte a Roma, ama la natura, la storia e ovviamente l'arte. Pensa che il modo più intelligente di imparare sia confrontarsi con le differenze siano esse linguistiche, artistiche o culturali, per questo cerca di apprendere il più possibile di ogni posto che visita e di esplorarne dai luoghi di culto alla cucina tipica. Da qualche mese racconta le sue avventure e le particolarità divertenti che scopre studiando, in Arttrip.it , sperando che le sue esperienze possano essere utili ad altri viaggiatori.

4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here