Bangkok – 4 mercati fuori dai classici circuiti turistici

4

Bangkok è la patria dello shopping qui in Asia. Con un’ampia scelta che spazia da centri commerciali ultra lussuosi a mercatini rionali, è impossibile non lasciarsi trasportare dalla febbre per gli acquisti.

Quando si parla di Bangkok e di mercati si associa in modo spontaneo l’idea di bancarella con il Weekend Market – il famoso JJ Market o Chatuchak il più grande mercato all’aperto dell’Asia, con i vicoli impercettibili della caotica China Town, dove ogni giorno migliaia di persone si riversano per i loro acquisti, o con i mercati notturni quasi esclusivamente destinati ad accogliere i turisti come Patphong, Asiatique o il Night Baazar a Mo Chit.

Se state però cercando qualcosa di meno artificiale e di più autentico allora questi 4 mercati fanno al caso vostro, fosse anche solo per scattare qualche foto o osservare i tailandesi contrattare sul prezzo della merce.

Victory Monument, nota ai tailandesi con il nome impronunciabile di Anusawari Chai Samoraphum – molti tassisti non saprebbero dove portarvi se chiedete il nome in inglese, è un importante snodo di comunicazione su strada da cui partono minivan diretti in molte località della Thailandia. Ai margini dell’enorme rotatoria che circonda il monumento al centro della piazza, dalle prime ore del mattino fino a tarda serata si sviluppa un mercatino dai prezzi davvero bassi e dove ci sono moltissime bancarelle di cibo con piatti tipici delle diverse zone del paese. Qui ci si imbatte spesso in turisti che, transitando in zona diretti fuori Bangkok, si aggirano per i vari stand cercando di decidere che piatto assaggiare. È facilissimo da raggiungere grazie allo Skytrain (Bts fermata Victory Monument).

visitare bangkok tailandia

Klong Toey è, secondo me, fra i vari mercati di Bangkok il più importante e autentico. Non chiude mai! Qui si alternano 24 ore al giorno commercianti che oltre ad avere a che fare con la vendita al dettaglio forniscono la materia prima per i pasti di molti ristoranti di Bangkok. Evitare le ore più calde della giornata è una priorità: il caldo e l’umidità, mescolati agli odori di carne e spezie possono giocare brutti scherzi. Si trova su Rama IV all’altezza di Soi Phai Sing To ed è raggiungibile con la metro, anche se la fermata MRT Khlong Toey non è vicinissima, con l’autobus o in taxi.

visitare bangkok, thailandia
Uno dei mercati rionali più vivaci che io conosca è quello che si trova a On Nut, proprio  attaccato all’omonima fermata della Bts, dalla parte opposta della strada rispetto a Tesco Lotus. Oltre a prezzi davvero bassi, la cosa speciale di questo mercato è data dal fatto che durante questa stagione in cui piove spesso e in modo improvviso, l’intera area è protetta da tendoni di copertura. Qui si trovano soprattutto capi d’abbigliamento femminile, accessori (comprese le lenti a contatto colorate a prezzi inferiori che da altre parti) e scarpe. Rilassante è sederai accanto alla “casa degli spiriti” presente in un angolo del mercato e osservare i commercianti portare offerte prima dell’apertura del negozio.


Alle spalle della sede centrale della Bangkok Bank, su Silom Road, dal lunedì al venerdì, solo prima delle 3 del pomeriggio, è possibile aggirarsi per i vicoli che formano attorno a Silom Soi 5 il mercato di Lalai Sap che deve il suo nome (“dissolvi denaro“) al fatto che è quasi impossibile uscirne senza aver fatto acquisti.  Questo mercato sorge in zona centralissima ed è prevalentemente frequentato da impiegati durante la pausa pranzo. Vicoli, palazzi e scantinati durante il giorno diventano botteghe e ristoranti dove i prezzi, in confronto al resto disponibile nella stessa zona, sono molto convenienti ma dopo la chiusura si trasformano in vicoli non proprio piacevoli da visitare. Turisti? Solo quelli che arrivano qui per caso!

 

E voi che tipo di viaggiatori siete? Fate shopping prima per partire preparati o partite leggeri per concedervi acquisti folli una volta a destinazione?

 

The following two tabs change content below.
Andrea

Andrea

Bangkok
Perugino DOC, trapiantato poi a Roma per 10 anni Andrea vive ora a Bangkok da oltre 4 anni. Ha tante passioni fra cui spiccano quelle per il buon cibo e il buon vino, per il cinema e la musica e per i viaggi in compagnia di un buon libro e del suo PC.

4 COMMENTI

  1. ciao Andrea, io sono di quei viaggiatori che partono leggeri e acquista in viaggio! Grazie di questo bel post, sono stata a Bangkok due volte, ricordo di essere stata in diversi mercati ma questi non li conoscevo, utile a sapersi per un prossimo viaggio!

  2. diciamo solo che tra i mercatini di Bangkok mi son rifatta il guardaroba in vista della nostra prossima tappa: dalle spiagge tropicale della Tailandia dovevamo passare all’inverno della Nuova Zelanda

  3. Ieri ero a spasso per JJ Market e confermo: quello di On Nut per l’abbigliamento femmminile estivo ha i prezz più bassi… quindi cara “Viaggiatrice libera” (Silvia se non erro) se ripassi di qua ti accompagno volentieri 😛

    Brava Marta… immagino che ora in Italia rimpiangi i prezzi di qui 😉

LASCIA UN MESSAGGIO