Terra di contrasti: gli Emirati Arabi Uniti

Feb 09, 2013 2 Comments by

A sole 6 ore di volo dall’Italia un viaggio per visitare tre dei sette Emirati Arabi Uniti: Fujairah, Abu Dhani e Dubai con una piccola sosta in Oman per visitare, nell’entroterra dello stato Arabo, una delle città che più ne rappresentano l’essenza: Nizwa. Si è trattato di un tour alla scoperta di mille contrasti: dalla modernità e tecnologia più avanzate, a luoghi dove il tempo sembra essersi fermato, nel deserto. Un incontro tra cultura orientale ed occidentale, tra il nuovo e l’antico, tra la ricchezza più estrema e la povertà più sentita.

Abbiamo volato da Roma a Dubai per intraprendere un viaggio verso l’Oman e visitare la capitale Muscat.

Nizwa, Emirati Arabi

In città però ci siamo fermati poco, perché abbiamo pensato di raggiungere in pieno deserto quello che è il luogo più rappresentativo di questo stato: la città di Nizwa. Dotata di un forte (denominato Jabreen) che risale al 1668, il più antico dell’Oman, è molto rinomata per la presenza di un’immensa torre di guardia che richiese ben 30 anni di lavoro.

Usciti dal forte abbiamo visitato il souk più importante della città dove ci siamo fatti coccolare dagli odori dei numerosi incensi accesi dai vari negozianti e dalla vista di spettacolari articoli di artigianato locale come argenteria, vasi e tessuti.

Lasciato l’Oman ci siamo poi diretti negli Emirati Arabi per la visita del primo dei tre Emirati oggetto del nostro tour. Si tratta di Fujairah, meno conosciuto degli altri, è però molto singolare e bello da scoprire. Questo Emirato è l’unico che si affaccia sul golfo dell’Oman e inoltre, a differenza degli altri, è sprovvisto completamente di pozzi petroliferi.

Ciò che conta tantissimo nell’economia di questo posto sono le raffinerie e la pesca. Abbiamo avuto la possibilità di visitare il mercato ittico e quello locale di frutta e verdure per stare a contatto con la gente del posto.

Numerosi sono gli stranieri (indiani, pakistani e omaniti) che lavorano a Fujairah i quali ci dicono che si tratta di una città ancora in via di espansione dove è possibile godere di incantevoli spiagge incontaminate e rilievi selvaggi. Anche qui abbiamo visitato il forte della città risalente a circa 300 anni fa e il museo archeologico che ospita numerosi reperti a partire dalle armi, agli abiti tradizionali, alle ricostruzioni di quelli che sono gli allestimenti delle case arabe ancor oggi in uso.

Lasciato l’Emirato di Fujairah ci siamo poi diretti verso la meravigliosa città di Abu Dhabi.
Città nuovissima, meno di 50 anni addietro era solo un centro di pescatori con numerose abitazioni costituite da capanne di paglia e fango, oggi è la dimostrazione assoluta della potenza del petrolio.

Abu Dhabi
Abu Dhabi è la capitale degli Emirati Arabi Uniti: da sola detiene il 95% del petrolio estratto in tutti gli Emirati ed è grazie ai numerosi grattacieli ultramoderni in vetro e agli eleganti complessi residenziali che viene definita la “Manhattan del Golfo Persico”. E’ proprio in questa città che è possibile ammirare il grattacielo più inclinato al mondo: 45% di inclinazione.

Abu Dhabi, Emirati Arabi - edificio più inclinato al mondo

Abu Dhabi è il luogo a nostro parere più bello tra quelli visitati, dotato di una baia e un lungomare (Corniche) meravigliosi. Abbiamo apprezzato tantissimo la visita alla moschea bianca, la moschea dello Sceicco Zayed. La grandiosità di questa moschea si mostra già avvicinandosi.

Abu Dhabi, Emirati Arabi

Al di là dello stupefacente colore bianco e oro che la caratterizzano, sono davvero imponenti i lampadari in vetro di murano che si trovano al suo interno e, soprattutto, il tappeto che copre tutta la sua dimensione. Questo tappeto è stato cucito internamente alla moschea, perché sarebbe stato impensabile trasportarlo dall’esterno visto che è un tutt’uno, senza ritagli.

moschea dello Sceicco Zayed - Abu Dhabi

Per entrare nella moschea ho dovuto ricoprirmi totalmente con l’abito locale e ovviamente con mio marito ho potuto scambiare solo due parole a distanza. La tomba dello Sceicco Zayed si trova in un edificio attiguo alla moschea che non è possibile nemmeno fotografare. Ci sono numerose guardie a controllare che il divieto venga rispettato.

Lasciata la moschea ci siamo diretti verso il Palazzo degli Emirati, dove abbiamo potuto gustare un sontuoso pasto a base di pesce della zona e come bevanda succo di mirtillo. Anche in questa occasione il capo è stato rigorosamente coperto da uno scialle, per rispetto….

Dopo l’Emirato più ricco siamo partiti alla volta di Dubai: la perla degli Emirati Arabi.

Burj Al Arab, Dubai albergo di lusso
Nella città dei contrasti più famosa al mondo è stata immancabile la visita all’albergo a 7 stelle più fotografato al mondo, il Burj Al Arab e alla Palma Jumeirah con lo splendido Atlantis hotel. Si tratta di un albergo dotato di 1539 stanze al cui interno è presente l’Ambassador Lagune, un parco acquatico dove è stato possibile scorgere numerose varietà di pesci come razze, squali ed aragoste.

Ci siamo poi lasciati trasportare dall’aria suggestiva dei souk in cui abbiamo conosciuto molte tipologie di fragranze arabiche e abbiamo visto numerosi tappeti tessuti a mano.
Non potevamo evitare di trascorrere parte del nostro tempo in due dei centri commerciali più famosi al mondo: il Mall Mall Emirates e il Dubai Mall. Due strutture avveniristiche, dotate davvero di tutto ciò, anche del superfluo, che possa servire all’essere umano e che proviene da tutto il mondo. Molto bello è stato lo spettacolo delle fontane in cui abbiamo visto ondeggiare a ritmo di musica araba un importante numero di fontane che hanno deliziato per 5 minuti gli innumerevoli spettatori.

Ultima sosta effettuata, ma non per questo la meno importante, la visita al grattacielo più alto del mondo: il Burj Khalifa. Circa 900 metri di altezza, ospita numerosi negozi ed uffici e consente, a chi si sia premunito di biglietto, la visita nella sua zona più alta per ammirare la città da un punto di vista davvero eccezionale.

Burj Khalifa, Dubai, il grattacielo più alto al mondo

I grandi progetti futuristici previsti per questo angolo di terra sono davvero ambiziosi, anche se la crisi purtroppo non lascia indenne nessuno. Sono stati molti i cartelli FOR RENT sugli altissimi grattacieli del centro della città nuova a Dubai, si spera solo che l’eccesso, come in tutte le cose, non faccia svanire tutto in una nuvola di polvere…

 

Ti potrebbe interessare anche:

The following two tabs change content below.
Flavia e Lorenzo

Flavia e Lorenzo

Flavia vive a Lucera, cittadina in provincia di Foggia, Puglia, e lavora in banca. Con il marito condivide una grande passione per i viaggi. Loro non vivono per viaggiare, ma viaggiano per vivere, perchè solo con i bagagli pronti e un volo prenotato riescono ad essere felici ed appagati. Il mondo è immenso e contano di riuscirne a visitare buona parte.
Flavia e Lorenzo

Latest posts by Flavia e Lorenzo (see all)

Emirati Arabi Uniti

facebook comments:

2 Responses to “Terra di contrasti: gli Emirati Arabi Uniti”

  1. Matteo says:

    Che posti meravigliosi!
    Ragazzi un po’ alla volta mi convertirete ai Viaggi nei luoghi caldi ;) Complimenti Flavia e Lorenzo

  2. FLAVIA says:

    Ciao Matteo ti posso assicurare che anche se come te preferiamo viaggiare in posti in cui la maestosità dei ghiacciai si impone davanti ai nostri occhi, gli Emirati meritano davvero di essere visitati per apprezzare la diversità dei contesti e il misticismo unico di certi luoghi….

Leave a Reply