Primavera Romana 2013 – Eventi e luoghi da non perdere

Possiamo finalmente dire che è arrivata la primavera e, con il bel tempo , la città di Roma è letteralmente sbocciata. Vivo nella città eterna da oltre 3 anni e questo è senza dubbio il periodo in cui la città si popola ancora di più, il caos si intensifica, i turisti si triplicano e i tragitti si allungano… ma contemporaneamente la città si infittisce di eventi imperdibili e di occasioni per visitare luoghi che, in altri periodi dell’anno, perdono sicuramente il loro fascino.

Vi propongo quindi una piccola rassegna di ciò che, a mio parere, non potete assolutamente perdere se decidete di trascorrere un weekend di primavera in quella che ormai definisco la mia splendida città.
Roseto Comunale

Questo bellissimo giardino apre ogni anno da fine aprile a metà giugno e si trova poco distante da Circo Massimo (linea metro B); qui potrete trovare oltre 1000 tipi di rose diverse e particolarissime, da quella dal colore cangiante a quella con i petali verdi. L’ingresso è gratuito ed è aperto tutti i giorni della settimana da mattina a sera; l’unico giorno di chiusura è quest’anno il 18 maggio in occasione del “Premio Roma” riservato alle rose più belle.
Ci sono stata qualche giorno fa e ancora le rose non sono tutte in fiore: vi consiglio dunque di andarci a metà maggio nel periodo di massima fioritura e di godere dell’ombra dell’ulivo definito “dell’amicizia” in quanto donato dal popolo d’Israele all’Italia.

Le azalee di Piazza di Spagna

le azalee di piazza di spagna, roma

Sempre in tema di fiori, la primavera è il momento in cui la celebre Piazza di Spagna si colora delle meravigliose azalee disposte sulla scalinata dai giardinieri del vivaio comunale di Roma. Quest’anno sono stati scelti i colori bianco e lilla ma affrettatevi… il periodo di massima fioritura è da aprile a metà maggio!

 

Mostra d’arte moderna “Empire State: arte a New York oggi

mostre arte roma

Ho avuto la fortuna di partecipare all’inaugurazione di questa mostra d’arte moderna al Palazzo delle Esposizioni di Roma (su Via Nazionale, metro A fermata Repubblica), un must see per gli amanti del genere. È stato davvero suggestivo vagare tra le sale e i corridoi del Palazzo sulle note del duo Musica Nuda di Petra Magoni&Ferruccio Spinetti, ospiti d’eccezione in occasione dell’inaugurazione: solo una voce (splendida) e un contrabbasso per un’atmosfera soft e ricercata a far da sfondo a opere particolari ed enigmatiche.

Tra quelle che mi hanno colpita di più, senz’altro il “Roma Donald”, una gigantografia di Donald Duck firmata dall’artista Joice Pensato che ama riprodurre eroi dei cartoni animati mettendone in luce il lato più oscuro; le splendide tele in 3d di Takeshi Murata, gli impressionanti dinosauri realizzati in fibra di vetro da Rob Pruitt (esilarante l’opera “Sterco di Dinosauro” che riproduce appunto, come suggerisce il nome, l’escremento dell’animale) e la “Sex Furniture” di Bjarne Melgaard con tavolini, appendiabiti e sedie realizzati con manichini discinti che tanto mi hanno ricordato l’atmosfera di Arancia Meccanica.

Newton mostre a Roma

Per gli amanti della fotografia, imperdibile a mio avviso l’occasione di salire al piano superiore per perdersi tra le foto di Helmut Newton dedicata alle donne e, in particolar modo, al nudo femminile.
La mostra sarà aperta fino al 21 luglio; ingresso €12,50.

Il  Buco della Serratura

serratura roma

Per chi ancora non lo sapesse, accanto al Giardino degli Aranci (che si trova in cima al Colle Aventino), vi è la porta del Priorato dei Cavalieri di Malta e, dal buco della sua serratura, è possibile spiare un incredibile panorama su cui sovrasta la Cupola di San Pietro grazie ad un effetto ottico. Ci si arriva sempre prendendo la metro B fino a Circo Massimo.

 

Non dimenticate di visitare il tutto assaporando una golosità tutta romana: la grattachecca! È in questo periodo infatti  che tutti i chioschi riaprono per fronteggiare la calura e offrono grattachecche di tutti i gusti: menta, arancia, limone, orzata, amarena  e tanti altri tra cui il mio preferito, latte di mandorla.

 

Conoscete qualche altro evento interessante di questa primavera romana? Segnalatecelo qui sotto.

 

 

The following two tabs change content below.
Farah

Farah

Calabrese nostalgica che vive a Roma da quasi 3 anni, è innamorata del mare, degli animali e dei girasoli. Ha fatto dei viaggi la sua filosofia di vita: da sempre impegnata nel mondo del turismo per lavoro ma soprattutto per passione, appena può fa la valigia e scappa da qualche parte cercando di coltivare la sua altra grande passione, la fotografia. Amante della musica ed instancabile sognatrice, non la vedrete mai in giro senza cuffiette e iPod: ogni viaggio ha la sua soundtrack! Il suo blog Viagginelcassetto.com

4 Commenti

  1. Bello Bello Bello!! Roma è sempre incredibilmente affascinante.. soprattutto con le belle giornate..
    Sono bellissime anche le chiese intorno al giardino degli aranci, ed in particolare, il giardino poco più in là, tra Santa Sabina e Sant’Alessio si affaccia, come il giardino degli aranci, con un balcone su Roma e c’è sempre meno gente.. 🙂

  2. Cara Lucia, prendo nota! Roma è piena di angoli meravigliosi, tutti da scoprire 🙂

    Cristina grazie a te! Roma in questo periodo è assolutamente magica…

  3. Devo andare a Roma a fine maggio: la conosco abbastanza bene perchè ci vive mia figlia ma non sapevo del giadino delle rose e ti ringrazio. lo andrò sicuramente a visitare. Un caro saluto a tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here