Da trasferta a un breve viaggio: Bari e dintorni

Tutti riuniti intorno ad un tavolo per decidere i dettagli dello shooting per i prossimi spot pubblicitari. Ad un certo punto entra la producer che ci aggiorna: per i giorni prefissati per le riprese a Milano è prevista pioggia battente. Bisogna assolutamente trovare una location con il sole ma sembra che le previsioni siano impietose: pioggia in tutta Italia. Ma aspetta, un posto c’è dove prevedono sole e caldo estivo: la Puglia! Deciso, si parte, si vanno a girare gli spot in Puglia. Ed è così che mi ritrovo 5 giorni dopo su un aereo con destinazione Bari.

In Puglia ci sono già stata ma ho visitato solo il Salento. Non ho grandi aspettative su Bari, questo, come capirò nei 2 giorni seguenti, è solo dovuto alla mia scarsa informazione sul luogo. Atterro che è quasi mezzanotte e il pick up che ci aspetta all’aeroporto, dopo circa 45 minuti di strada, ci scarica alla reception della Masseria Montenapoleone, situata a Pezze di Greco in provincia di Brindisi. Nonostante sia buio riesco ad intuire la splendida struttura. La mia camera è incantevole: ogni particolare, dal lavandino in pietra alla macchina da cucire posta in un angolo, dal caminetto alle splendide poltrone, è studiato con grande maestria. E’ però la mattina quando mi sveglio ed esco dalla mia camera che sancisco definitivamente il mio innamoramento per questo posto: le colline tutt’intorno, il mare in lontananza, il silenzio che regala quella sensazione di relax tanto cara a noi metropolitani. La ricca colazione offre esclusivamente prodotti della Masseria o comunque provenienti da aziende locali. Trascorreremo tutta la giornata a girare le prime scene dei nostri spot tra la meravigliosa piscina panoramica e il ricercato ristorante interno.

Masseria Puglia
Quella sera stessa ci trasferiamo a Bari, location scelta per le riprese del giorno seguente. L’hotel in cui pernottiamo è il Palace Hotel, posto in una zona centrale e molto comoda per la visita della città. Le camere sono  piccole e anonime, la pulizia però ottima. La location scelta per girare le prossime scene, per mia grande fortuna, è situata proprio nel centro storico di Bari, anche detta Bari Vecchia.

Bari Vecchia - Puglia

Mi ritrovo così nella incantevole Piazza Mercantile ed essa sola mi basta per capire che i miei pregiudizi su questa città non potevano essere più sbagliati. Icona e simbolo della piazza è la famosa colonna “della giustizia“, così definita per la funzione a cui, un tempo, era adibita. Al palo di pietra infatti erano legati e lasciati in preda alle sevizie del popolo i debitori fraudolenti.
Nei tempi morti che si verificano in ogni shooting, dovuti ai cambi di inquadrature e quindi al relativo spostamento di macchine da presa e luci, ne approfitto per fare due rapidi passi per le vie del Borgo Antico.

Bari Vecchia

Non ho tempo di soffermarmi su nulla, cammino naso all’insù cercando di imprimere nella mente immagini, colori e odori. Mi perdo per le strette e suggestive vie del borgo antico. Il mio vagare senza meta mi conduce di fronte ad una splendida chiesa. Cerco un qualunque riferimento che mi aiuti a capire di che chiesa si tratti quando un anziano signore mi si avvicina e mi spiega che mi trovo di fronte alla Cattedrale di San Sabino.

L’uomo, a detta sua uno dei più grandi poeti italiani che non potrò mai smentire dato il fatto che non ha voluto dirmi il suo nome, si propone di farmi da guida ma il mio tempo è ormai scaduto e mi tocca tornare sul set. Questo assaggio di Bari non ha fatto altro che aumentare la mia fame di conoscerla.

Purtroppo succede anche che le riprese vadano per le lunghe e quando finiamo è ormai l’una di notte passata. Domani mattina ho la sveglia alle 7 per recarmi all’aeroporto. Scrivo ad un amico del posto, nonché cofondatore del blog Infoturismiamoci per dirgli che purtroppo non potrò più fare il tanto agognato tour della città con lui. Ma un barese doc innamorato della propria città non si può fermare di fronte ad una sottigliezza come l’orario: abbiamo tutta la notte per visitare la città.

Ed è così che raccolgo le mie ultime forze e mi faccio trascinare dal suo entusiasmo che dopo pochi minuti diventa anche il mio. Perché poi il problema di quando ti rechi in una città per lavoro è che rischi di avere il Teatro Petruzzelli a fianco all’albergo e nemmeno te ne sei accorta. Come non ti sei accorta che in realtà l’hotel dista poco da Piazza Mercantile, che nel frattempo ha cambiato veste per ospitare la movida barese. Seguo Raffaele che si inoltra per gli stretti vicoli della Bari Vecchia.

Piazza Mercantile Bari

Tranquilli però, lui mi spiega come evitare di rimanere imprigionata in questo labirinto: la pavimentazione delle vie è fatta di chianche e se le nere sono posizionate all’interno e le bianche all’esterno si è sulla via giusta per uscire. Mito? Leggenda? Realtà storica? Nel dubbio io lo seguo sicura che la via d’uscita lui la troverà, ma non prima di avermi mostrato la Basilica di San Nicola, maestosa in questa sua versione notturna e l’Arco dei Meravigli, la cui meraviglia sta nell’essere stato costruito in una sola notte per consentire il passaggio di due innamorati dirimpettai.

Concludiamo questo night tour con una passeggiata sul lungo mare per poi percorrere le vie più commerciali della città che ovviamente, vista l’ora, sono deserte. Già, perché cammina cammina si sono fatte le 5. Ringrazio la mia instancabile guida con la promessa che tornerò a Bari, se non altro per rivedere tutto alla luce del giorno.

Sul volo che mi riporta a Torino penso a come, con un pò di volontà mia e, in questo caso, anche del mio mitico local expert, con tanta voglia di conoscere e con un pizzico di follia, sono riuscita a trasformare questa trasferta di lavoro in un piccolo ma molto piacevole viaggio in terra pugliese.

 

The following two tabs change content below.
Elena

Elena

Vive a Torino, città che ama profondamente, e dove si occupo di advertising. Ma nonostante questo amore per la sua città sente l'esigenza di scappare lontano da lei per scoprire altri nuovi splendidi luoghi. Crede profondamente che viaggiare sia una forma d'arte e che più il viaggiatore sviluppa curiosità, fantasia e originalità, più saprà creare itinerari di viaggio meravigliosi.
Elena

Latest posts by Elena (see all)

7 Commenti

  1. Che dire? Questo è il racconto di un viaggio nato per caso, dal quale non ti aspetti nulla, non ti prepari, non conosci niente o quasi di ciò che hai davanti.
    La scoperta casuale, passo dopo passo, le conoscenze di personaggi quali “uno dei più grandi poeti d’Italia” 😉 , bensì anonimo, l’avventura della visita improvvisata di notte, mi rendo conto che, solo tra viaggiatori DOC è possibile trasformare in avventura, un viaggio di Lavoro!
    Complimenti Elena!

    • Manuela, credo che i pregiudizi esistano per tutti i paesi Italiani e Stranieri.
      Spesso derivano, a parer mio, dal non essersi documentati con la necessaria calma e a sufficienza come è successo in questo caso ad Elena, che è partita con un minimo di preavviso; tutti gli altri motivi di pregiudizio, non sono da prendere in considerazione.
      Noi tutti siamo viaggiatori, Predjudice Free Zone!
      Non sono mai stato a Bari ma dal racconto e dalle foto, penso sia stupenda…inoltre vorrei conoscere il poeta, “uno dei più grande d’Italia” ormai è un mio chiodo fisso!
      Ciao!

  2. La Puglia è una regione fantastica, la porto nel cuore da tanto tempo ormai…Stavo guardando il video musicale del singolo di Erica Mou, e ho riconosciuto la tipica ambientazione da bianca cittadina pugliese, poi il mare in sfondo, sempre. Che bella la musica e la Puglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here