Paganella: adrenaline mode — on —

Da buon veneto, le bellezze del vicino Trentino non sono per me una novità, ma ad ogni visita questa regione mi riserva sempre qualcosa di nuovo perchè tra le sue montagne c’è una valle, un paese o un lago degno di un reportage fotografico.

Lo scorso weekend nel comprensorio della Paganella non c’era solo la natura ad aspettarmi: downhill, parapendio ed escursioni erano nel menù, il tutto condito da un’abbondante spruzzata di adrenalina che ha il potere di amplificare ogni emozione.

[metaslider id=10721]

Ma cominciamo a piccoli passi, anzi, da una facile passeggiata con bellissimi panorami. Dal paesino di Molveno, poco distante dalle rive dell’omonimo lago, un impianto di risalita porta fino a Pradel e già durante la salita la vista del lago sottostante è figherrima!

Lago di Molveno, Paganella

Da lì parte un sentiero che snodandosi tra gli alti picchi raggiunge il rifugio Croz dell’Altissimo dove il sentir parlare dialetto della zona fa presagire sull’autenticità del posto. Se ci si trova ‘di passaggio’ rifoccillarsi con un buon pranzo dai sapori trentini è un must.

Dolomiti di Brenta, Parete del Crozon

Trasmettervi la bellezza di questi panorami a parole è un’impresa alquanto ardua, allora gioco il jolly con una foto che potrebbe rendendere l’idea; date un’occhiata a queste montagne da urlo, anzi, da eco 😉

Altopiano Paganella, Trentino

E quando il profumo del bosco ti avvolge e la vista della vallata sottostante ti riempe di stupore che pian piano lo stress accumulato dalle dure giornate ti abbandona e le batterie del corpo cominciano a ricaricarsi con quella sensazione di pace che riempie e tonifica.

Il mio pensiero era però letteralmente tra le nuvole, tra quegli “uomini volanti” che accompagnati da parapendii colorati vedevamo planare a valle perchè presto sarei stato uno di loro. La calma è la virtù dei forti? Se è così allora in quei momenti mi sentivo un pochino…debole 🙂

Paganella Parapendio

Ed è così che raggiungiamo Tovre, la zona del take off. Aspettando il nostro turno, c’era chi si concentrava come un monaco Buddista (Chiara), chi disteso guardava il cielo blu (Alessandro) o chi interrogava gli istruttori con milioni di domande cercando “forse” di nascondere un certo nervosismo (non poteva che essere Marta, chi altro?!).

Ma gli occhi sono lo specchio dell’anima e nei nostri splendeva una luce diversa, la luce di chi stava vivendo un magico momento, una bellissima avventura. O era forse puro terrore?

Ecco, finalmente arriva il momento tanto atteso: 3, 2, 1 via di corsa, tutti prendiamo il volo ed in un attimo sono in aria anche io, accompagnato dalla corrente provieniente dal lago di Garda che ci spinge sempre più in alto.

[metaslider id=10704]

Con gli occhi pieni di meraviglia ammiro il panorama: le cime delle Dolomiti di Brenta ed il lago di Molveno sotto di noi sembra risplendere di luce propria e più ci avviciniamo alla terra più penso alle bellezze della natura, capolavori che spesso non vediamo perchè non li guardiamo con gli “occhi giusti”.

Pensate che la giornata potesse finire così? Galvanizzati dall’adrenalina ancora in circolo eccoci pronti per il downhill al Paganella bike park , così – tanto per non perdere il ritmo – la vita va vissuta appieno no?

20130619-150511.jpg

Indossate tutte le protezioni del caso eccoci pronti a ‘raidare’ giù da un ripido pendio tra sassi, boschi e radici sempre in agguato. Emozioni a manetta che si alternano, gli alberi che sembrano volerti abbracciare e tu come un ammaestratore che cerchi di domare il cavallo imbizzarrito della tua bicicletta che furiosa sfreccia giù sempre più veloce.

Ma è quando arrivi a valle che cominci a metabolizzare ciò che hai appena fatto e rivivi in slow motion la tua raidata, salvando una nuova cartella nell’hard disk del tuo cervello che nessun hacker potrà mai cancellare.

 

 

The following two tabs change content below.
Chris
Viaggiatore indipendente, Chris ama esplorare i luoghi piu’ incontaminati, pescare, fare del sano trekking ed esplorare le citta’ a piedi per coglierne i suoi dettagli. Ha girato in diverse parti del mondo a partire dalla nostra Italia, Spagna, Inghilterra, Olanda,Irlanda,Francia,Croazia ma anche in luoghi piu' lontani come Tailandia, Malesia, California, Florida, Australia,Hong Kong, Cook Island ma sono i paesaggi e la gente della Nuova Zelanda che gli sono rimasti nel cuore.
Chris

Latest posts by Chris (see all)

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Dubai invisibile
Prossimo articoloUna Slovenia da scoprire

14 Commenti

  1. Le emozioni trasmesse sono davvero incredibili, e le descrizioni, accompagnate da foto stupende, di paesaggi a noi totalmente sconosciuti non fanno altro che stimolare la nostra voglia di scoperta e di intraprendere un nuovo viaggio. Complimenti per il sorvolo. Sempre unici.

  2. E’ bellissimo rileggere in ogni post di questa avventura, si capisce come pur avendo bene o male fatto le stesse esperienze ognuno le abbia vissute in modo personale e abbia un modo tutto personale di raccontarle!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here