Le maestose e spettacolari Cascate Vittoria

Il mio safari in Africa Australe con il gruppo di Viaggi Avventure nel Mondo è partito nel modo migliore in cui possa iniziare un viaggio di questo tipo, ovvero con la visita a quelle che sono tra le cascate più grandi, più belle e soprattutto più maestose del pianeta: le Victoria Falls. Esse si trovano al confine tra lo Zambia e lo Zimbabwe. Dalla gente del posto vengono anche chiamate Mosi-oa-Tunya, ovvero il fumo che rimbomba, credo non sia necessario spiegare il perché di questo nome.

Nascono dalle montagne dello Zambia, precisamente dal fiume Zambesi, uno tra i più importanti d’Africa. Presentano un fronte lungo circa 1 km e mezzo e misurano circa 128 m di altezza. Tra gennaio ed aprile, subito dopo le piogge estive, le nebbie della cascata si alzano fino a mille metri impedendo alla vista lo spettacolo. Annoverate tra le sette meraviglie naturali del mondo, esse costituiscono anche un sito dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Il celebre esploratore scozzese David Livingstone fu il primo occidentale a visitare le cascate nel 1855. Fu lui a dare il nome di Vittoria a queste cascate, in onore all’allora regina d’Inghilterra.

Quello che rende queste cascate così affascinanti non è solo l’imponenza e la maestosità ma il contesto paesaggistico nel quale sono inserite. Tutte queste caratteristiche fanno delle Victoria Falls un posto che difficilmente si può scordare. Personalmente sono stata totalmente rapita dalla loro bellezza magnetica. Cascate Vittoria

E’ possibile visitare queste cascate sia da Victoria Falls (Zimbabwe) che da Livingstone (Zambia), proprio perché sono situate a cavallo del confine. Sarebbe consigliabile visitare le cascate da entrambi i versanti, ma noi, per motivi di tempo non abbiamo potuto farlo per cui abbiamo scelto il versante dello Zimbabwe poiché le guide lo indicavano come il lato che offre viste più suggestive e più ampie. Noi abbiamo camminato per un paio di ore sul sentiero che fa da vera e propria terrazza sulle cascate e vi assicuro che la vista è sensazionale. Un gioco di arcobaleni che si creavano in base alla luce che continuava a cambiare e alle nuvole di vapore acqueo che si formavano ha fatto da cornice a questo spettacolo della natura per tutta la durata della nostra visita, il che non ha fatto altro che aggiungere un tocco di spettacolarità. Piccola nota tecnica: essendo noi atterrati in Zambia abbiamo dovuto pagare sia il visto d’ingresso in questo paese (50$), sia il visto per lo Zimbabwe (30$). L’ingresso alla visita delle cascate ci è invece costata 30$ a testa.

Victoria Falls 1

Non paghi della vista da terra, il giorno dopo, abbiamo deciso di godere anche di un altro punto di vista sulle cascate: quello che si ha dall’elicottero.

Victoria Falls veduta aerea

Il giro in elicottero non è proprio economico, 130$ a testa ma, a mio parere, ne vale assolutamente la pena. Infatti vedendole da terra non ci si rende pienamente conto della loro grandezza e soprattutto ci si perde il contesto ambientale. Dall’elicottero si vede un’enorme spaccatura nella terra, una gola stretta e lunga dalla quale, con grandissima imponenza, scende una quantità d’acqua davvero impressionante. Inoltre, sempre dalla veduta dall’alto, sono più facilmente riconoscibili i due diversi versanti di cui parlavo poco sopra.

Victoria Falls Veduta aerea 3

Per questa prima tappa del nostro lungo viaggio noi abbiamo scelto di soggiornare al Victoria Falls Rest Camp (40$ per lo chalet con 2 persone e 30$ per la tenda da 2 persone). Gli chalet non sono in ottimo stato e la pulizia non è certo ineccepibile. Molto buono invece il ristorante del Camp che offre una scelta abbastanza ampia di piatti tipici.

Tante sono le attività che si possono fare alle Victoria Falls, alcune delle quali anche molto adrenaliniche, tra le quali particolarmente celebre è il bungee jumping dal ponte che segna il confine tra Zambia e Zimbabwe poiché si tratta del terzo salto più alto del mondo. C’è poi la possibilità di percorrere il corso dello Zambesi in canoa o in kayak e di organizzare diverse escursioni a piedi alla scoperta di questa suggestiva zona.

 

 

The following two tabs change content below.
Elena

Elena

Vive a Torino, città che ama profondamente, e dove si occupo di advertising. Ma nonostante questo amore per la sua città sente l'esigenza di scappare lontano da lei per scoprire altri nuovi splendidi luoghi. Crede profondamente che viaggiare sia una forma d'arte e che più il viaggiatore sviluppa curiosità, fantasia e originalità, più saprà creare itinerari di viaggio meravigliosi.
Elena

Latest posts by Elena (see all)

8 Commenti

  1. Penso che andrei in Africa anche “solo” per vedere queste Cascate, alle quali penso da anni.
    Le foto lasciano senza parole, non posso immaginare come sia viverle, camminandoci attorno per ore, l’idea dell’elicottero è poi un Must e quando viaggio, preferisco dormire per terra, ma un’esperienza simile non me la lascerei perdere per nulla al mondo, hai fatto benissimo!
    Sono impressionato dalle dimensioni e poi la nebbia che arriva a 1000 metri! WOW!
    Se io trasmetto entusiamo tu trasmetti avventura!
    😉
    Complimenti e ancora una volta, che foto spettacolari!!!

  2. Grazie Matt! Credimi se ti dico che per tanto che rendano le foto….trovarsele di fronte o osservarle dall’alto è ancora tutta un’altra storia! Comunque concordo con te, il viaggio meriterebbe anche solo per vedere questa meraviglia della natura.

  3. @Cabiria Grazie, ma ti assicuro che sarebbero venute foto spettacolari anche con un’usa e getta, era il paesaggio ad essere terribilmente fotogenico! 😉
    @Chris si sentiva eccome! Diciamo che il termine “fumo che rimbomba” le rappresenta perfettamente
    @Manuela verissimo, rispenderei quella somma altre 10 volte pur di vedere uno spettacolo così!
    @Lucia hai ragione, non resta che andarci! Un luogo che non si dimentica più…

  4. Vorrei un’informazione..
    ..arriveró a Johannesburg a fine novembre..volevo andare alle Victoria Falls con il Buz Bus..ma il Visto per lo Zimbabwe devo procurarmelo dall’Italia..o posso farlo in loco (anche viaggiando via terra?) grazie Ilaria

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here