Marrakech, la città rossa del Marocco

Se volete visitate il Marocco le opportunità di viaggio sono molto diverse tra loro e molto affascinati. Per organizzare una vacanza “fai da te” con prezzi accessibili potete prenotare un volo Ryanair per uno degli aeroporti del paese e contattare un’agenzia locale che vi proporrà degli itinerari ad hoc per le vostre esigenze (consiglio vivamente Sarah dreams tours gestita da Ibrahim, per serietà e competenza).

Premesso ciò, non vi resta che decidere il circuito a voi più congeniale: il classico tour delle città imperiali, quello che comprende il sud del deserto o in alternativa quello della costa.

La cosa più interessante, però, è la possibilità di creare delle commistioni tra i diversi itinerari in base ai vostri interessi. I vantaggi di questo di viaggio sono sia di natura economica perché saltando le agenzie italiane, come intermediari, risparmierete molti soldi, sia di natura logistica, perché viaggiando in jeep con un’autista non avrete nessuno dei vincoli che si hanno viaggiando con i tour composti da molte persone. Poi, specialmente se viaggiate in due, non sarete costretti a guidare per le lunghe tratte che separano i luoghi di maggior interesse, su strade non sempre agevoli e ben segnalate.

MARRAKECH, MAROCCO

Ultimato il trasferimento dall’aeroporto si arriva alle porte della città imperiale di Marrakech, la città che dà il nome al paese. Qui sarete letteralmente inghiotti dal traffico e dal caos tipico dei paesi arabi; qualsiasi sia il vostro mezzo di trasporto sarà costretto a lasciarvi fuori le mura che circondano la Medina poiché al suo interno le vie strette e anguste rendono utilizzabili come unici mezzi di trasporto i motorini e i carretti trainati da asini.

DSC_0027 (Copia)

Appena varcata la porta della Medina l’impatto con questa realtà coinvolgerà tutti i cinque sensi, sarete travolti dal caldo con l’aria satura dei mille odori che escono da vie negozi e tombini, dai rumori, dalle voci dei commercianti che richiamano la vostra attenzione. In un primo momento vi sentirete quasi storditi. Guardandovi intorno capirete perché questa città si è guadagnata il soprannome di “La Rossa”, infatti il tutto è rosso, dalle strade, ai tetti, ai profili delle case: leggenda vuole che quando il bellissimo minareto della Moschea Koutoubia sorse dalla terra sgorgò così tanto sangue che tinse tutto di rosso.

MARRAKECH, MAROCCO

MARRAKECH, MAROCCO

 

La capitale del sud del Marocco ha tanto da offrire camminando per le viuzze del Souk, regno dei commercianti e gli artigiani locali. Varcando la soglia di piccole porte apparentemente tutte uguali e monotone avrete la possibilità di visitare il museo Dar Si Said e la Medersa di Ali Ben Youssef.

PicMonkey Collage 1

Uscendo dalla Medina, da una delle grandi porte, potrete visitare le tombe Saadiane lontane da occhi indiscreti e i due maggiori palazzi: il palazzo Bahia e il palazzo El Badii. Vi consiglio di munirvi di una cartina e di guida turistica; in termini di ticket le entrate vi costeranno pochissimo, non più di 40 dirham (4 euro).

Al giungere della sera accomodatevi su una delle terrazze dei bar che circondano Pizza Jemaa El Fna, la piazza più grande della città e godetevi la trasformazione che avviene al suo interno, da semplice luogo di passaggio e contrattazione a un vero e proprio pullulare di ristoranti ambulanti, che ogni sera vengono montati, luogo di raduno per frombolieri, incantatori di serpenti, suonatori e danzatori.

Qui si radunano turisti e marocchini per svagarsi, ma soprattutto per mangiare le specialità locali negli oltre cento banchi ristoranti a prezzi stracciati.

 

 

The following two tabs change content below.
Federico S.

Federico S.

Studia all’università di Roma “La sapienza” facoltà di “scienze del mare”. La passione dei viaggi è il riflesso della sua voglia di stupirsi ogni volta di fronte a qualsiasi cosa non conosca, immortala questo stupore attraverso la fotografia. ll suo blog Fedesacco.blogspot.it La voglia di conoscere luoghi unici lo ha spinto a praticare sport come la subacquea, il climbing e il canyoning.
Federico S.

Latest posts by Federico S. (see all)

1 COMMENT

  1. Un piacere leggere questo vista la mia passione per questi posti. Marrakech è il posto perfetto per perdersi e ritrovarsi.
    Io ho adorato tutto, meno il caldo ed i quasi 50 gradi di agosto. 😀 Un abbraccio

LASCIA UN MESSAGGIO