Santa Monica e Venice Beach

Ho un ricordo splendido di queste due spiagge e ammetto che provo anche tantissima nostalgia.
Il mio viaggio a Los Angeles è stato super intenso ma purtroppo troppo breve..nei giorni lì trascorsi, ho cercato di vedere e raggiungere ogni luogo di quella immensa metropoli ma 10 giorni sono passati troppo in fretta.

A Santa Monica e Venice Beach ho dedicato due giorni, un giorno ciascuno ma avrei voluto godermele molto di più, non sono semplici spiagge, sono luoghi magici di cui ci si innamora, per forza…è impossibile non lasciarci il cuore.

Per me queste due spiagge sono sempre state “luoghi da film”, soprattutto Santa Monica con il suo Pier, il suo famoso molo con la ruota panoramica. Per anni, quando ero ragazzina, mi sono chiesta come fosse fatto quel molo e come si raggiungesse quella ruota panoramica.

Santa Monica 1

E così dalla Hollywood Blvd una mattina ho preso il mio bus, direzione: oceano.
Quasi due ore di viaggio… è pazzesco quanto infinite siano le distanze ma per me è stato davvero molto piacevole comunque, ho osservato la città attraverso il finestrino ed in verità mi sono anche riposata! Ero così rilassata, serena e obiettivamente stanca (non mi fermavo mai) che mi sono anche addormentata!

Venice Beach è eccentrica, piena di gente stravagante e assurda, piena di colori, dove suoni e persone di ogni nazionalità si mescolano in totale armonia. C’è gente davvero strana e dicono di sera, ci sia da stare un po’ attenti…ma di giorno, è il divertimento più assoluto!!

Appena arrivata, la prima cosa che ho fatto è stata quella di fermarmi ed osservare l’oceano, immobile. Non avevo ancora raggiunto la spiaggia, non avevo ancora toccato la sabbia neanche con un dito.. ero lì immobile come se stessi cercando di realizzare che ero lì davvero. Un momento che sognavo da anni. Non riuscivo a realizzare fosse tutto vero.

Venice Beach 1
Poi ho fatto il primo passo e messo i miei piedi sulla sabbia…ho camminato fino a riva, il tratto di spiaggia per raggiungere l’acqua è lunghissimo ma poi arrivi alle famose torrette dei bagnini, “Baywatch style” che tutti voi conoscerete… ma che meraviglia!

Venice Beach 2

Dopo essere stata in spiaggia per un po’, ho raggiunto il lungomare, per intenderci sono tornata sulla strada e mi sono fatta una lunga passeggiata osservando e curiosando tra tutti i negozietti che ci sono lungo la strada.
Negozietti è una parola riduttiva, c’è di tutto sul lungomare di Venice! I locali sono piuttosto bizzarri: se vuoi mangiare ci sono baretti e ristoranti di vario genere, ma di base piuttosto underground, ci sono negozi di souvenir dove puoi trovare di tutto, ti puoi anche tatuare se vuoi! I tatuatori sono ovunque!!

Venice Beach 3

Venice Beach 4

Da non dimenticare lo Skate Park, avrei trascorso lì tutto il pomeriggio!!! Skaters grandi e piccini che sfrecciano su e giù per quelle rampe! E’ un piacere guardarli!

Sono rimasta fino al tramonto ed insieme ad un’amica abbiamo cenato lì, di fronte all’oceano.. un bel piatto vegano e qualche pazzo attorno a noi… Venice Beach è così!

A Santa Monica sono tornata due giorni dopo: la stessa emozione fortissima provata a Venice.
Arrivata vicino a quel molo mi sono fermata, immobile a guardare l’oceano di fronte a me e ad ascoltare il rumore del trenino che sfrecciava sulle rotaie. Poi mi sono incamminata lungo il molo fino ad arrivare proprio sotto, sotto quella ruota panoramica tanto famosa…

Santa Monica 2

Santa Monica è gioiosa e candida, si respira l’aria genuina di festa. L’atmosfera è serena e rilassata, ci sono i giochi, ci sono i bambini, ci sono odori buonissimi. Di fronte a te un vero e proprio lunapark che si rispetti: c’è lo zucchero filato, i giochi in cui spari e se becchi il bersaglio vinci un pupazzo, ci sono i giochi per i più piccini e per i ragazzini più grandi, trovi il chiosco che ti vende il gelato, quello che ti vende i pop-corn… tutto concentrato su quel molo e nell’aria l’odore tipico di quei luoghi, il dolciastro delle caramelle gommose ad ex. e poi le urla dei bambini che in quei luoghi fa piacere ascoltare, ti trasmettono tutta la loro gioia.

Santa Monica 3

E poi la spiaggia, passare a piedi scalzi sotto quel molo, sedersi sulla sabbia e aspettare il tramonto…
Due giorni non sono bastati, non sono bastati affatto… quelle sensazioni vanno vissute e rivissute, spero di tornare e di tornarci al più presto!!

The following two tabs change content below.
Martina
Curiosa, creativa e un po' vagabonda, viaggia da quando è piccola e non riesce a pensare ad una vita senza valigia. E' nata a Ravenna, è follemente innamorata della California e della vita losangelina, ed attualmente vive a Barcellona dove scrive e fotografa per la città che ama. Nei suoi viaggi ama documentare ogni storia ed ogni esperienza attraverso i suoi scatti.

2 Commenti

  1. questa descrizione del nulla mi ha fatto venire la tristezza.
    Solo a pensare all’odore nauseabondo di un luna park mi chiedo : e devo andare oltreoceano per trovare una spiaggia con tanti tatuatori e i divertimenti incredibili del luna park, se centri il bersaglio ti regalano un pupazzo!. E chissà che profumino sto pupazzo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here