Napoli, toccata e fuga

Sono arrivata a Napoli in un sabato mattina di ottobre quando era ancora addormentata ed ho potuto sentire il profumo delle sfogliatelle appena sfornate nei bar della stazione.

Per arrivare alla stazione di Napoli da Capodichino ho preso il bus fuori dall’aeroporto che mi ha portata direttamente a P.zza Garibaldi, punto di partenza di questo mio itinerario a Napoli.

Percorrendo Corso Umberto I sono salita per via Duomo, via ricca di negozi con i più strani, allegri, colorati e pomposi vestiti da sposa. Arrivata al Duomo, maestoso e di grande effetto esternamente, sono entrata in punta di piedi nella “casa di San Gennaro” venerato da tutta Napoli.

Mi sono poi diretta verso San Biagio dei Librai, vicolo con negozietti di libri vecchi e nuovi, mistici e non … e poi finalmente arrivo a San Gregorio Armeno. Mi sembra di essere immersa in una realtà fantastica, con tutti i negozi e le vivaci bancarelle dedicati ai presepi: ci sono le donne al lavatoio, c’è il falegname , il ciabattino.. il venditore di giornali… e poi ancora le statuine di tutti i personaggi del mondo dello spettacolo, della musica, della politica interpretate in modo unico ed originale dall’artigiano napoletano.

san giorgio armeno, cosa vedere a Napoli

Lascio la via dei presepi di Napoli e mi dirigo verso la Cappella di San Severo per vedere la statua del Cristo Velato, un’opera di fama internazionale, una statua di marmo ricoperta da un velo marmoreo. L’impatto è di grande effetto.

Ma il mio itinerario non è ancora finito. Mi aspetta la visita al Monastero di Santa Chiara e alla Chiesa del Gesù Nuovo per poi arrivare alla grande Via Toledo, via principale con bei negozi dove si svolgono sfilate di moda, dove puoi trovare ancora i lustrascarpe e la statua di Totò che ti saluta dal balcone. Mi ha colpito molto vedere l’eleganza di Via Toledo inciampare con le viuzze che scendono dai Quartieri Spagnoli, con i loro panni stesi da un capo all’altro, con i loro motorini con tre o quattro persone a bordo, con le loro storie difficili che nessuno ha voglia di ascoltare… e camminando mi ritrovo al fianco di Galleria Umberto, con i suoi pavimenti decorati con intarsi marmorei.

Lustrascarpe, cosa vedere a Napoli

All’uscita da questo “salotto cittadino” mi dirigo verso l’immensa Piazza Plebiscito, passando attraverso Piazza Trieste e Trento, dove mi trovo il Teatro San Carlo ed il Palazzo Reale e uno dei locali più celebri del capoluogo: il caffè Gambrinus… e non posso far altro che gustare il caffè in una tazza bollente con acqua al seguito.

Dopo la pausa caffè provo anche io a cimentarmi nel gioco di passare bendata fra i cavalli di Piazza Plebiscito (si parte dal portone di Palazzo Reale).

pzza Plebiscito, cosa vedere a Napoli

E adesso mi aspetta il mare e vado verso Castel dell’Ovo per scoprire il fantastico borgo marinaro che si trova ai piedi del Castello da dove si può ammirare tutta Napoli con l’imponente Vesuvio, con Mergellina ed il Vomero.

lungomare, cosa vedere a Napoli castel dell'ovo, cosa vedere a Napoli

Poi passeggio lungo Via Partenope e Via Caracciolo per godermi il sole partenopeo ed essendo già passato mezzogiorno da un po’ mi fermo nella pizzeria Sorbillo Lievito Madre al Mare dove mi gusto una buona pizza margherita… buona davvero!!!

pizzeria Sorbillo, dove mangiare a Napoli

Durante la mia passeggiata del rientro ho potuto vedere coppie di sposi sul set del loro servizio fotografico, con lo sfondo del mare e della loro Napoli. Gustandomi queste immagini mi trovo al Maschio Angioino o Castel Nuovo, così chiamato per aver sostituito Castel Dell’Ovo per la sua nuova posizione strategica e residenza reale dei D’Angiò.

La mia fuga a Napoli è finita.

 

 

Informazioni utili: 

I biglietti per il bus per il centro di Napoli prendeteli direttamente all’interno dell’aeroporto a € 3.00, sul bus vi costeranno € 4.00.

La cappella di San Severo è aperta nei giorni feriali dalle 09.30 alle 18.30 e domenica o festivi dalle 09.30 alle 14.00 chiusura martedì; il biglietto è € 7.00. 

L’entrata a Castel Dell’Ovo è gratuita mentre al Maschio Angioino è a pagamento € 5.00.

Dove mangiare: Pizzeria Sorbillo Lievito Madre. Pizza margherita – buonissima! –  + birra = € 11.00.. ma non fanno il caffè.

 

 

The following two tabs change content below.
Manuela B.

Manuela B.

42 anni, spostata con una bambina di 11 anni, Giulia. Le piace viaggiare da sempre, viaggia appena può o meglio quando il lavoro glielo permette. Le piace organizzare i suoi viaggi e prima di partire legge e si informa per non perdere chicche e curiosità sulla meta.
Manuela B.

Latest posts by Manuela B. (see all)

2 COMMENTI

  1. A Napoli sono stata solamente in gita scolastica, anni fa ormai, e devo dire che, purtroppo, non l’abbiamo visitata per niente bene (basta dire che non ci hanno portato in Piazza Plebiscito). Però la pizza l’avevamo mangiata ed era qualcosa di eccezionale 😉

LASCIA UN MESSAGGIO