Veneto. Dove dimora la bellezza.

0

Arrivare ad Abano Terme con la pioggia e il cielo scuro é come entrare in uno di quei film in bianco e nero pieni di fascino retró. Gli hotel e il paese hanno ancora l’aspetto magnifico che richiama gli anni sessanta e il glamour di quel periodo. Almeno per me la sensazione è stata proprio questa e mi ha aiutato a vivere un fine settimana in Veneto fatto di arte, natura, terme, buon cibo e ottimo vino, come un viaggio non solo nello spazio, ma anche nel tempo.
Quindi in una sorta di ritorno al passato ho potuto visitare, con spirito nuovo, alcune delle ville palladiane che si trovano nelle province di Vicenza e Treviso.

A Maser (TV) si trova Villa Barbaro dove il genio architettonico di Palladio si incontra e dialoga con quello pittorico di Veronese. Ho potuto camminare in una villa magnifica, ben tenuta , dove gli occhi hanno timore di perdersi qualche dettaglio: dallo scintillio dei pavimenti alla profondità del portico, alle prospettive degli affreschi ai personaggi che popolano le pareti.
Mi é capitato di arrivare alla Villa poco prima di pranzo e ho sperimentato “Dè Gusto” la gusteria tipica. Quattro ragazzi si sono lanciati in questa avventura, hanno selezionato produttori e con loro le eccellenze del territori a Km zero ed hanno creato un locale giovane, dinamico e dove si mangia bene.
Assaggiate la coppa stagionata anche in un mix di prosecco e marsala, l’insalata di tarassaco e poi chiedete di consigliarvi il migliore abbinamento con i vini della tenuta Maser. Una nota interessante é che salumi e formaggi vengono serviti in taglieri comuni per accrescere la convivialità tra i commensali e richiamare le antiche osterie.

veneto (6)

Villa Sandi, sulle colline trevigiane del Montello, invece é sede di una rinomata cantina che produce soprattutto prosecco e la cui architettura é di chiara ispirazione palladiana, arricchita all’interno da stucchi e bassorilievi e all’esterno da una notevole raccolta di statue che ingentiliscono il parco. Ció che colpisce di più sono le gallerie con le grandi botti o i cunicoli con i suggestivi “muri di bottiglie“. Molti di questi poi sono legati alla Grande Guerra e all’epoca servivano come vie segrete di collegamento tra la Villa, presidio militare, e il fronte del Piave che era poco distante.
Non lasciatevi sfuggire una degustazione e un brindisi ad una commistione così ben riuscita tra arte ed eccellenza vinicola.

veneto (3)

Villa Valmarana ai Nani a Vicenza, nota per i meravigliosi affreschi dei Tiepolo.
Le pitture dei saloni mi hanno riempito di meraviglia, per una letterata come me, poter vedere le storie epiche narrate sulle sulle pareti é stato un emozionante colpo d’occhio. Immaginate di percorrere i grandi saloni e incontrare Enea e Didone, il pelide Achille, Orlando, Angelica, Medoro  e Rinaldo con la sua Armida, saranno questi personaggi, quasi, a farvi da guida tra gli arredi e i ricordi della famiglia dei proprietari. Pezzi di vita vissuta sono così immersi nelle storie di gesta eroiche.
Fuori invece ci sono le statue di alcuni nani, da qui il nomignolo della Villa. Lungo il viale che conduce alla residenza si vedono già da lontano, situate sul muro di cinta, le numerose figure dei nani. Sono tutti diversi e tutti con espressioni diverse, da quelli simpatici e ridanciani a quelli seriosi e arcigni.
Poco distante, su una collinetta, si trova, invece, Villa Capra detta “La Rotonda”, una delle massime espressioni del Palladio: un capolavoro architettonico immerso in un campo fiorito, circondato da alberi da frutto e da un delizioso silenzio intervallato solo dagli “ohhh” di meraviglia.

veneto (4)

Villa Trissino Marzotto nel vicentino infine é stracolma di meraviglie naturali e artistiche.
I Trissino, antica famiglia nobiliare, per secoli sono stati i possessori della Villa che dopo un periodo di abbandono é stata riportata all’antico splendore da Giannino Marzotto, noto pilota vincitore tra l’altro delle Mille miglia.
La residenza centrale è immersa in un grande parco e al suo interno contiene molti “capitoli” della storia dell’arte italiana da Raffaello, artefice dei disegni degli arazzi esposti al piano terra, fino ad alcuni quadri della scuola dei Macchiaioli, tra cui “Il muro bianco” di Giovanni Fattori.
Se potete, poi, chiedete una visita particolare anche nelle cantine, nelle cucine e nei luoghi che normalmente non vengono visitati avrete modo di vedere come erano gli ambienti dei nobili e quelli dei lavoranti. Sarà un po’ come entrare nel set di Downton Abbey.

veneto (5)

 

Informazioni utili

Villegrandtour è un network che aiuta singoli e gruppi ad organizzare al meglio la visita ad alcune delle più prestigiose ville venete e propone in abbinamento degustazioni enogastronomiche, shopping in outlet delle migliori griffe e soggiorni in strutture termali o raffinati hotel.

Y-40: è la Piscina Termale più profonda del mondo. Si trova in zona collinare vicino Abano Terme, a Padova, ed è facilmente raggiungibile dall’autostrada. L’acqua termale é a 32-34 gradi ed é pensata per immersioni in apnea o in subacquea.
L’entusiasmo di un bambino è quello che ti pervade quando osservi, dal tunnel situato diversi metri sotto la superficie, i sub o gli apneisti librarsi nell’acqua. Sembrerà di ammirare un acquario, non popolato di pesci esotici, ma di persone, finché tra quelle persone non finirai anche tu. La struttura infatti offre la possibilità di fare brevi corsi per preparare alla prima immersione, in tutta sicurezza e con grande emozione.

veneto

Dove dormire nei dintorni di Padova
Noi abbiamo fissato il nostro “quartiere generale” a Abano Terme ed abbiamo scelto l’Hotel President. Ci siamo lasciati conquistare dal lusso.
L’ingresso è ampio, spazioso, caldo ed accogliente, un po’ ancien se volete, ma ugualmente bello e particolare. L’offerta culinaria è curata con un menù di ampia scelta e servizio ai tavoli cortese ed efficiente. Poi dalle 7:30 alle 19:00 gli ospiti possono usufruire, oltre i vari pacchetti benessere e salute, di due grandi piscine termali, una al coperto e una all’aperto. Vi consigliamo di andarci al mattino presto: nuotare tra i leggeri fumi dell’acqua calda, coccolati dai raggi del sole é un’esperienza che ognuno si deve concedere.

 

 

The following two tabs change content below.
Linda F.

Linda F.

37 anni, insegnante, viaggiatrice e un sogno: poter correre nei musei come Jules e Jim. Ama fare e disfare le valigie, crede che sia bello partire e anche ritornare. Crede anche nell'essenza profonda della fotografia e nel valore delle parole. Crede che non ci sia modo migliore di organizzare un viaggio se non i consigli di chi quel viaggio l'ha già fatto ...
Linda F.

Latest posts by Linda F. (see all)

Nessun commento

LASCIA UN MESSAGGIO