Barcellona vista dall’alto

0

La città di Barcellona è bellissima vista dall’alto. Da una parte il mare e dall’altra quelle montagne perfette che regalano una vista spettacolare sulla città. Se abbandoni il centro storico e sali, ti renderai conto di come le strade iniziano a farsi piuttosto ripide e piano piano dalla città passerai alla collina fino ad arrivare al verde delle montagne. E se ti volti indietro, quelle strade sembrano come scivoli che ti portano dritti dritti al mare.

Io adoro osservare Barcellona dall’alto, è una bella sensazione, mi da energia, serenità, un senso di libertà ma soprattutto più guardo “Barna” nella sua grandezza e totalità, più penso a quanto mi renda felice vivere qui e tutte le volte che posso raggiungo i suoi punti più alti e me la godo per bene!

Quali sono i punti panoramici di Barcellona? 

Alcuni sicuramente li conoscete già: il Parc Güell, le Torri della Sagrada Familia e la Teleferica del Montjuïc. Di fatto sono quelli che però mi piacciono di meno per un semplice motivo: troppo turistici, c’è troppa gente e non ti puoi godere appieno la splendida sensazione che una vista dall’alto può regalarti.

Parc Guell Barcellona

Il Parc Güell lo adoro ed è sempre molto gradita una passeggiata tra i suoi sentieri, però di fatto questo parco è tremendamente pieno, pieno di persone che vogliono (giustamente) raggiungere il punto giusto per godersi la vista migliore.
Ci si ritrova a dover aspettare il proprio turno per il punto perfetto dove scattare una foto, per poi doversi allontanare in fretta perché ci sono altrettante persone che aspettano il proprio turno… Non si può vedere Barcellona in pochi secondi, almeno non è quello che desidero fare io.. ci si deve prendere il proprio tempo e assaporare tutto il panorama, no?

Stesso discorso vale per le Torri della Sagrada Familia, splendide come lo è la Basilica stessa, ma da cui non si ha una totale vista sulla città e soprattutto dove non puoi soffermarti tanto, dove lo spazio è stretto  e devi fare attenzione a dove metti i piedi… non è così rilassante, non trovi?

Teleferica Barcellona

E poi la Teleferica del Montjuïc che si prende dal porto, in zona Barceloneta, e si sale fino alla montagna: con la teleferica si ha un’ottima vista sulla città, soprattutto si ammirano dall’alto e da una differente angolazione, il porto, il molo e i monumenti principali di Barcellona come la Sagrada Familia e Torre Agbar. La vista poi prosegue una volta arrivati al Castello del Montjuïc.
Ciò che non mi convince troppo della Teleferica però, è il fatto che si debba “lottare” per guadagnarsi il finestrino con la vista migliore. Ed anche in questo caso, non si gode pienamente dello splendido panorama.

E allora, quali sono i punti panoramici che mi piacciono?

Al terzo posto metto l’Anello Olimpico: si trova sempre sul Montjuïc ed è sicuramente uno dei simboli della rinascita architettonica di Barcellona dopo le Olimpiadi del 1992.
Qui ci sono diverse strutture legate al mondo dello sport, il più conosciuto è sicuramente il Palau San Jordi, dove si svolgono eventi sportivi e concerti.

Anello Olimpico Montjuic Barcellona

Adoro la Plaza d’Europa, dove c’è la Torre Calatrava e da cui si innalzano due file di colonne illuminate la sera: proprio per questo mi piace venire qui all’ora del tramonto. La vista sulla città è particolare perché si vede la parte più interna della città, verso la montagna e non verso il mare come si è soliti vedere. Inoltre, le luci delle colonne ed il cielo che si colora al tramonto, regalano un’atmosfera magica.

Parco del Tibidabo Barcellona

Al secondo posto metto il Parco del Tibidabo. Il punto più alto di Barcellona (512 mt) dove si trova un parco divertimenti per ragazzi, il Templo Expiatorio del Sagrado Corazón ed un parco dove fare passeggiate a piedi o in bicicletta. Amo questo posto perché pur essendo un luogo turistico, non è affollato in quanto pochi turisti che visitano la città per qualche giorno, hanno tempo di salire fin quassù, per cui non troverai mai la confusione del Parc Güell. Nel parco c’è una grande terrazza che si affaccia sull’intera città e la vista è meravigliosa; se vuoi salire ancora più in alto, puoi raggiungere la terrazza della chiesa o salire addirittura sulla statua del Redentore. E’ a pagamento solo il parco divertimenti per bambini, tutto il resto è ad entrata libera.

Turo de la Rovira Barcellona

Al primo posto metto Los Bunkers – Turò de la Rovira. Tra i luoghi che preferisco della città.
Uno spettacolare punto panoramico che ti regala una vista eccezionale su tutta la capitale catalana. Questo posto si trova nel quartiere El Carmel e di fatto si tratta di una batteria antiaerea (o meglio i resti) costruita per difendere Barcellona durante la Guerra Civile Spagnola.

Per diverso tempo è rimasto chiuso al pubblico ma attualmente è aperto e può essere visitato tutti i giorni, ingresso gratuito. Luogo perfetto per godersi il tramonto.. una meraviglia!
Consiglio, se ne hai la possibilità, di andarci fra settimana per goderti in tranquillità il panorama; il fine settimana c’è molta più confusione ed in un posto così emozionante, bisogna stare in silenzio

Info utili – Come arrivare

Come raggiungere l’Anello Olimpico: dal centro di Barcellona, più precisamente da Plaza Universitat, puoi prendere il bus n° 55 che ti porta fino al Montjuïc, vicino ai Jardins de Joan Maragall e da lì prosegui a piedi (5 minuti); oppure puoi prendere la linea verde della metropolitana (linea 3), scendere a Plaza d’Espanya e raggiungere la destinazione a piedi: devi raggiungere il MNAC e “sorpassarlo”, ossia superi la struttura e dietro al museo trovi l’ Anello. Se vuoi provare l’esperienza, c’è anche la Funicolare. Tempo: 30/40 minuti circa.

Come raggiungere il Parco del Tibidabo: da Plaza Catalunya, prendi la linea della metro S1 o S2 e scendi alla fermata “Peu del Funicular”. Da qui accedi direttamente alla Funicolare di Vallvidrera che ti porta fino alla fermata “Vallvidrera Superior”, da dove puoi prendere il bus n° 111 (ogni 30′) che ti porta diretto al parco. Costo del tragitto: 2,15€ (biglietto di metro/bus). Questo è il percorso più economico.

Il “percorso turistico” ti fa raggiungere il parco prendendo il Tramvia Blau ed un’altra funicolare, ma il costo è molto più alto. Tempo: 45 minuti circa

Come raggiungere Turò de la Rovira: dal centro storico, raggiungi Via Laietana e da lì prendi il bus n° V17 che ti porta direttamente (non devi mai cambiare bus) al quartiere El Carmel, fino al capolinea. A termine corsa, scendi e da lì cammini salendo per la montagna… c’è un po’ di salita ma in 10/15 minuti raggiungi i bunkers. Tempo: 40/ 45 minuti circa.

Ed ora, fatemi sapere qual è il vostro punto panoramico preferito!

The following two tabs change content below.
Martina
Curiosa, creativa e un po' vagabonda, viaggia da quando è piccola e non riesce a pensare ad una vita senza valigia. E' nata a Ravenna, è follemente innamorata della California e della vita losangelina, ed attualmente vive a Barcellona dove scrive e fotografa per la città che ama. Nei suoi viaggi ama documentare ogni storia ed ogni esperienza attraverso i suoi scatti.

Nessun commento

LASCIA UN MESSAGGIO