Parigi vintage! I migliori 14 negozi di Marais

Parigi, capitale della moda mondiale. Vorresti arricchire un po’ il tuo guardaroba con un bel tocco vintage? Ecco pronto un percorso coi migliori 14 negozi vintage nel quartiere parigino di Marais!

Il nostro cammino nella Parigi Vintage inizia alla metro Chemin Vert, linea 1, dove al 76 Rue des Tournelles troviamo il v.m.c Odetta, che sfoggia capi 100% vintage di marche come Luis Vitton a prezzi alti. Anche Il Little Box al 77 Boulevard Beaumarchais offre marche importanti come Gucci e Hermes ma a prezzi più moderati.

Se cercate un vintage di alta gamma questi 2 sono sicuramente i posti giusti dello shopping a Parigi.

negozi vintage a parigi

Tutt’altro stile all’Adöm di Rue de la Roquette 35 e 56. Il negozio si trova diviso tra uomini (al 35) e donne (al 56). Qui jeans, giacche di pelle, Dr.Marteens e stivali la fanno da padrone.

Vintage rock al 100%!

Dalla Metro Bastiille risaliamo Rue de Rivoli. Nel tour de force della Parigi Vintage ti consigliamo una bella sosta alla pasticceria Miss Manon ( 87 Rue Saint-Antoine). Croissant, maccarones, pane appena sfornato e qualsiasi tipo di torta sono eccezionali, per credere basta vedere la continua fila di gente che si forma fuori.
IMG_5718-e1411588976462-300x163

Con la pancia piena continuiamo al Tilt Vintage (8 Rue de Rivoli) che offre di tutto e un po’ a prezzi ottimi, dai 10 euro in su, così come il Free’p’star, con spese dai 5 euro in su ma bisogna impegnarsi nella ricerca perché tutto è accumulato in uno spazio ristretto senza un ordine preciso. Scelta comunque veramente ampia in tutte e due.

Tilt-Vintage-e1411587947160-225x300

Passando alla strada parallela eccoci al 22 Rue du Roi de Sicile, dovre troviamo il Noir Kennedy. Ottimo posto per chi cerca uno stile rock con materiale ben suddiviso e marche come Cheap Monday con prezzi medio-alti.

Frip-irium-e1411587933842-225x300

Seguiamo al 2 Rue de la Verrerie e arriviamo al Frip’irum, grandissima selezione di vestiti anni ’70 e ’80 e personale gentilissimo. Qui, se siete delle ladies, potrete trovare bei vestitini a 15-20 euro.

A poche decine di metri in Rue de Rosiers troverete il Vintage Desir (con scritta Coiffeur in alto), tra i più famosi negozi vintage di Parigi ma con prezzi onestissimi, 20 euro per una giacchetta di pelle ad esempio.

negozi vintage a parigi

Piccola nota: se avete ancora fame non perdetevi di fianco il più famoso falafel di Parigi all’As du Fallafel. Consigliamo di prenderlo take away all’esterno.

L’ Hippy Market (21 Rue du Temple) come dice il nome, è ricco di materiale anni ’70 perfettamente ordinato e pulito, cosa che però fa sì che la spesa aumenti.

IMG_5754-300x200

I successivi 3 negozi vintage di Parigi si trovano un po’ più spostati a nord, vicino alla Metro Etienne Marcel, ma consigliamo di arrivarci a piedi perché la distanza non è troppa e tutto Marais è splendido da visitare.

Si tratta dell’ Iglaïne (12 Rue de la Grande Truanderie) e dei famosissimi Kiliwatch (64 Rue Tiquetonne ) e Episode (12-16 Rue Tiquetonne). Quest’ultimo ottimamente organizzato e con prezzi accessibili, mentre Iglaïne e Kiliwatch possono arrivare anche a centinaia di euro vendendo anche capi della prima metà del ‘900.

Ancora non siete stanchi della Parigi Vintage?

Allora risalite Rue de Torbigo, prendete Bd de Magenta e arrivati a Rue de Lancry cercate il numero 47. Qui vi è il Chez Chiffons Vintage, un vero spettacolo per chi cerca pezzi rarissimi dagli anni ’20 agli anni ’70.

Riscendendo verso Republique la nostra mappa vi porterà fino al 29 Rue Jean-Pierre Timbaud dove troverete il nostro negozio vintage preferito, l’Omaya. Molto forte è la selezione militare, con prezzi dai 10 ai 30 euro. Ma è l’offerta di magliette rock a farla da padrone. Qui potrete finalmente trovare cimeli dei più classici gruppi rock anni ’80 da fare invidia al più accanito hipster.

 

 

The following two tabs change content below.
Marco De Stefano
1981, appassionato di politica, rock e scorribande per il mondo! Non chiedetegli nulla sui pirati, se non volete ascoltare decine di storie vere sui più incredibili viaggiatori della storia. Proprio per questo va matto per la parte d'Europa più piratesca: i Balcani. Vede il travel blog come uno strumento di supporto ai viaggiatori che aiuta fornendo informazioni pratiche e aggiornate. Se avete un pò di pratica con l'inglese ecco il suo blog: Daytripandmap.com
Marco De Stefano

Latest posts by Marco De Stefano (see all)

Nessun commento

LASCIA UN MESSAGGIO