Merano, food and health

1
Merano ci é entrata nel cuore.
Abbiamo percorso le sue strade, assaggiato le primizie, goduto il clima e scoperto due esperienze che fanno bene al corpo e al cuore.
# I masi Gallo Rosso
Una volta il simbolo delle osterie altoatesine era un ramo verde. Il “buschen” appeso davanti alla porta d’entrata indicava al viaggiatore che la stube o la cantina erano aperte.
Oggi per riconoscere le migliori di queste realtà dovete, invece, cercare l’effige di un simpatico galletto rosso.
Se avete voglia di aria pura della montagna, di ritmi rilassanti, di cibo gustoso e vino ottimo dovete trovare uno dei masi targati “Gallo Rosso” dove tutto parla della bellezza naturale e della bontà della gastronomia.
merano (2)
Proprio qui infatti, noi abitanti di città, possiamo riscoprire il mangiare contadino che significa mangiare proprio da chi e con chi le materie prime le produce. Se vi capita, come è capitato a noi, grazie allo chef Luigi Ottaiano, sbirciate in cucina e scoprite gli ingredienti sani e genuini della tradizione sudtirolese.
Assaggiate la classica merenda contadina fatta di speck, formaggio, pane e l’immancabile bicchiere di vino, i canederli o gli schlutzer (ravioli agli spinaci), ma anche i sostanziosi secondi a base di carne accompagnati da patate o crauti.
Squisiti sono anche i dolci, dal più classico strudel alle frittelle.
Nella nostra esperienza culinaria, presso il maso Rauthof, meritano una menzione d’onore i canederli nella versione zuccherina  e poi il “dolce sbagliato” fatto con mousse di cavolfiore, marmellata di fragola e cioccolato bianco. Vi sembra strano ? All’inizio anche a noi, poi lo inserirete nella lista dei cibi più strani, ma gustosi che abbiate mai provato.
merano (4)
Il maso Rauthof, ad esempio, è una piccola realtà, circondata da vigneti, che si trova nella collina sopra Merano dalla quale si ha una vista senza paragone su tutta la vallata.
Ma il dettaglio che veramente colpisce è la veranda-stube che apre lo sguardo sulla natura da una parte e dall’altra vi fa guardare direttamente tra pentole e padelle.
Sarete accolti non come clienti, ma come ospiti appena arrivati in casa di un abitante del posto.
La familiarità e la cortesia sono proprio tra le carte vincenti dell’esperienza dei masi “Gallo Rosso”.
Alla fine di qualsiasi momento conviviale portatevi a casa anche un “pezzo” di Alto Adige chiedendo una bottiglia di vino, formaggi e salumi di produzione propria o tisane con erbe di montagna.
# Terme di Merano 
merano (3)
Se volete godere del rilassamento, della tranquillità e della vitalità donati dalle acque termali Merano è il posto giusto per voi.
Qui lo scorrere del tempo si ferma, sarete avvolti dal calore e sarete inebriati dalla natura che, mischiandosi ad un’architettura perfetta, crea il luogo ideale per il riposo.
Le terme meranesi ruotano tutte intorno al benessere del visitatore: dai benefici dell’acqua all’effetto rilassante delle saune, dai corsi fitness alla spa.
Proprio all’interno di quest’ultima è possibile ricevere trattamenti legati alla natura dell’Alto Adige.
Godetevi allora il “bagno di Sissi” al siero di latte, un peeling alla mela o un massaggio alla stella alpina.
merano (5)
Uno dei punti a favore di questa struttura è anche il suo rapporto stringente con la città: alberghi e parcheggi convenzionati, ma soprattutto la possibilità di acquistare il biglietto cumulativo “terme e sci” che permette di abbinare lo ski pass per il soleggiato comprensorio di Merano 2000 ad un’esperienza rilassante immersi nella calde acque termali.
Vi diamo l’ultimo consiglio. Inserite nel vostro pacchetto di ingresso anche la sauna. Non fatevi prendere dalla timidezza, è nudisti only,  ed aspettate di partecipare ad un aufguss ovvero ad una gettata di vapore tipica altoatesina. Corpo e mente vi ringrazieranno. Ne uscirete rigenerati.

# Letteratura DA viaggio 

Il mondo nelle mani di Anna Maspero é un libro intriso di viaggi.
Parla di filosofia, dispensa consigli, racconta luoghi e imprese in giro per il mondo, indaga l’animo umano, mescola storie e stili di vita.
É pieno di citazioni, pieno di città, di mappe, pieno di partenze e arrivi.
É un libro da divorare, in viaggio soprattutto, dove ogni viaggiatore potrebbe incontrarsi e riconoscersi nelle sue pagine.
Ma é anche un libro da tenere sul comodino e da aprire a caso per farsi ispirare, per farsi coccolare, per cominciare a viaggiare partendo dalla propria casa.
The following two tabs change content below.
Linda F.

Linda F.

37 anni, insegnante, viaggiatrice e un sogno: poter correre nei musei come Jules e Jim. Ama fare e disfare le valigie, crede che sia bello partire e anche ritornare. Crede anche nell'essenza profonda della fotografia e nel valore delle parole. Crede che non ci sia modo migliore di organizzare un viaggio se non i consigli di chi quel viaggio l'ha già fatto ...
Linda F.

Latest posts by Linda F. (see all)

1 COMMENT

LASCIA UN MESSAGGIO