Alla scoperta dei vulcani in Europa

0

I vulcani da sempre sono stati al centro di leggende e miti. I popoli antichi pensavano che le eruzioni di queste affascinanti e terribili montagne fossero una manifestazione divina e ne avevano sempre un reverenziale timore.

Oggi la maggior parte delle volte ammiriamo crateri, colare laviche e esplosioni incredibili da un angolo tranquillo della nostra casa o dalla scrivania dell’ufficio in cerca di attimi di evasione.

Ma alcuni di più imponenti vulcani d’Europa sono avvicinabili, visitabili e danno il meglio di sé quando vengono vissuti in prima persona.

Scopriamo insieme quali sono queste mete particolari.

# Etna (Italia)

Etna

Il più grande vulcano attivo d’Europa si trova in Italia, nella nostra incantevole Sicilia in provincia di Catania.

Grazie alla costante attività i paesaggi che si snodano sulle sue pendici cambiano spesso e regalano da secoli scorci mozzafiato e attirano viaggiatori, artisti e poeti.

Tanti sono i modi per visitarlo, in estate ed in inverno, con escursioni a piedi, con le jeep 4X4 o semplicemente salendo sulla panoramica funivia.

#  Pico (Portogallo)

Pico

In pieno Oceano Altantico si trovano le magnifiche isole Azzorre, isole vulcaniche e che del proprio vulcanismo hanno fatto un punto di forza. Grandi caldere verdi, che sembrano coperta patchwork, o riempite di splendidi laghi, crateri visitabili, ma soprattutto il vulcano dell’isola di Pico.

La salita alla vetta richiede quattro ore, ma regala un panorama unico sull’arcipelago. Inoltre, nella parte più bassa del pendio si trova il paesaggio della cultura vinicola dell’isola, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

# Eyjafjallajokull  (Islanda)

Eyjafjallajokull

L’Islanda è conosciuta come l’isola di ghiacci e di fuoco ed il suo simbolo da anni é il vulcano Eyjafjallajokull.

Per fare un tour di Eyjafjallajökul si deve viaggiare, per un breve tragitto, con 4×4 dalla città di Hvosvöller. Una volta lì semplicemente si guarda. E si rimane incantanti da un paesaggio che può variare in pochi minuti. Per tutto il tempo poi si rimarrà colpiti da un suono costante. É il ringhio del vulcano che proviene dalla profondità della terra.

# Thera (Grecia)

Arthur's Seat

Il vulcano di Santorini è considerato il responsabile della distruzione della civiltà minoica di Creta, quando fu protagonista di una delle più grandi eruzioni della storia antica. Fu questa eruzione apocalittica a creare l’attuale fisionomia dell’arcipelago, che oggi presenta due isole vulcaniche, Palea Kameni e Nea Kameni, tra le principali attrazioni turistiche della località greca.

# Arthur’s Seat (Inghilterra)

 

Ad est di Edimburgo, nel cuore della Scozia, svetta un vulcano spento che domina il paesaggio della città. Il percorso più noto inizia dall’Holyrood Palace, la residenza ufficiale della Regina in Scozia, e sale ripido fino alla vetta dell’ Arthur’s Seat, con una vista incredibile su Edimburgo e dintorni

INFO utili

Dopo questo giro in Europa vi proponiamo qualche consiglio per organizzare al meglio la vostra vacanza all’ombra di questi incantevoli colossi.

  • Non tutte le località vulcaniche sono low budget soprattutto da raggiungere. Pensate a quanto possa costare un volo per arrivare all’estrema Islanda ? Il consiglio é quello di scandagliare le offerte sul web molti mesi prima, iscrivervi alle newsletter delle compagnia aeree e a quelle dei siti di aggregazione di voli in modo da ricevere in anteprima offerte e promozioni.
  • Anche per gli alloggi il consiglio é quello di guardarvi in giro, comparare i prezzi e scegliere anche delle sistemazioni particolari che siano vecchie aziende vinicole, case di pescatori, bed and breakfast di charme o catene alberghiere. Con il giusto tempo ognuno di voi troverà, soprattutto sul web http://www.advisato.it/siti/venere,  la sistemazione che meglio lo rappresenta.
  • Visitare un vulcano non é rischioso, anzi può essere divertente e affascinante,  ma prima della partenza occorre controllare adeguatamente la valigia. Scarpe comode, in alcuni casi proprio da trekking, vestiti a cipolla, zaino equilibrato, una buona dose di liquidi e tanta tanta voglia di camminare e emozionarsi.

 

The following two tabs change content below.
Linda F.

Linda F.

37 anni, insegnante, viaggiatrice e un sogno: poter correre nei musei come Jules e Jim. Ama fare e disfare le valigie, crede che sia bello partire e anche ritornare. Crede anche nell'essenza profonda della fotografia e nel valore delle parole. Crede che non ci sia modo migliore di organizzare un viaggio se non i consigli di chi quel viaggio l'ha già fatto ...
Linda F.

Latest posts by Linda F. (see all)

Nessun commento

LASCIA UN MESSAGGIO