Lago d’Iseo. Walking on water. The Floating Piers.

0

Camminare a piedi nudi sulla dorata passerella “The Floating Piers” di Christo è sensazionale. Appena muovi i primi passi il malumore per la più classica organizzazione “all’italiana” e per i nuvoloni portatori di pioggia sparisce. E corpo e anima si concentrano sul piacevole sciabordio, sui contrasti cromatici così deliziosi, sull’odore del lago e sul chiacchiericcio stupito della gente. Christo ha concretizzato il suo gesto d’amore per la moglie-musa scomparsa da qualche anno e sta a noi goderne come un intimo piacere. Christo ha idee talmente grandi che neanche la fantasia riesce a contenerle e neanche la natura tanto che è veramente possibile dire di “aver camminato sulle acque”.

# L’artista

lago_iseo (6)

Tra i maggiori rappresentanti della land art nel mondo, Christo Vladimirov Yavachev è un artista bulgaro naturalizzato americano. Ora vive a New York, nella stessa casa che ha condiviso per anni con sua moglie Jeanne Claude, che l’ha accompagnato anche durante tutto il suo percorso artistico.  L’idea di Christo e quella di far provare alle persone l’ebbrezza di attraversare letteralmente a piedi, meglio ancora se scalzi, il lago sul pelo dell’acqua. E vi assicuriamo, noi che siamo già riusciti a sperimentarla, che la sensazione è magnifica e stravagante. Ed ogni tanto, lungo la vostra camminata, potreste anche incontrare “gli angeli” ovvero il personale che si prende cura della passerella stessa, ne ricuce le scuciture, ne pulisce le macchie e si occupa di ogni minimo dettaglio.

lago_iseo (5)

L’installazione “The Floating Piers” resterà accessibile gratuitamente dal 18 giugno al 3 luglio al pubblico, che potrà camminare sui 200 mila cubi di polietilene che uniscono, per 4,5 km, Sulzano con Montisola e poi con l’isola di San Paolo.

# Come arrivare

lago_iseo

Se tutto questo vi sembra meraviglioso, preparatevi, è doveroso dirlo, ad affrontare qualche problema nella gestione dei mezzi di trasporto: bus navette, treni e battelli che raggiungono Sulzano potrebbero essere troppo pieni e subire qualche ritardo. E preparatevi, soprattutto nel fine settimana, ad fare fronte ad un po’ di coda. Per noi ne è valsa la pena. Tutto il mondo ci sta guardando e possiamo godere di quest’opera così particolare e piena di fascino. Sulzano, durante il periodo di apertura della passerella, sarà zona a traffico limitato ed accessibile con le auto solo per i residenti o per chi sarà in possesso di un apposito pass. Quindi il consiglio è di raggiungere il lago o lasciando la macchina in collina, dove sono stati predisposti alcuni parcheggio o ancora meglio con il treno, la navetta o il battello. I treni provenienti da Brescia saranno in funzione dalle 6 di mattina all’1.30. La stazione più vicina è quella di Iseo. Per gli escursionisti ci sarà la possibilità di percorrere, a piedi, l’Antica Strada Valeriana e quindi giungere a Sulzano dalla collina.

lago_iseo (3)

# Cosa si può fare e cosa non si può fare

  • The Floating Pears è percorribile gratuitamente e in entrambe le direzioni.
  • L’ organizzazione si riserva il diritto di chiudere l’intero accesso alla passeggiata, in qualunque momento, in caso di condizioni climatiche avverse, come il formarsi improvviso di una sarneghera, temporali tipici del lago d’Iseo.
  • Le passerelle sono un’opera d’arte, e come tale dovrà essere trattata: scarpe comode, meglio ancora se scalzi. Niente tacchetti o peggio tacchi a spillo, niente corse ne maratone. Vietato anche l’ attraversamento del ponte anche con skateboard, pattini e biciclette (nemmeno accompagnate a mano).
  • L’ accesso sarà consentito anche ai cani purché dotati di guinzaglio e museruola.
  • L’area di navigazione sarà interdetta, per motivi di sicurezza. Assolutamente vietato avvicinarsi o addirittura attraccare al ponte galleggiante con qualsiasi tipo di imbarcazione.

# Extra
Imperdibile la mostra “Christo and Jeanne-Claude. Water Projects” al museo di Santa Giulia a Brescia dove sono stati raccolti i progetti dei due artisti legati all’acqua. Ovvero di tutte le loro opere artistiche collegate a paesaggi rurali e urbani caratterizzati dalla presenza di mare o lago, oceano o fiume.

lago_iseo (2)

# Food and drink

Arrivati a Monti Isola poi avrete l’imbarazzo della scelta. Potrete inerpicarvi nelle stradicciole del paese e raggiungere punti panoramici per visionare la passerella dall’alto. Ma soprattutto dovreste sedervi in qualche localino vista lago, chiedere un bicchiere delle locali bollicine di Franciacorta e farvi servire qualche specialità di pesce, essiccato alla maniera isolana o farvi conquistare dal salame di Monte Isola, che viene prodotto rispettando i rituali di lavorazione tramandati di generazione in generazione.

lago_iseo (4)

Vi auguriamo di sperimentare quest’opera d’arte. Perché ? Perché un’occasione così non capita spesso nella vita.

The following two tabs change content below.
Linda F.

Linda F.

37 anni, insegnante, viaggiatrice e un sogno: poter correre nei musei come Jules e Jim. Ama fare e disfare le valigie, crede che sia bello partire e anche ritornare. Crede anche nell'essenza profonda della fotografia e nel valore delle parole. Crede che non ci sia modo migliore di organizzare un viaggio se non i consigli di chi quel viaggio l'ha già fatto ...
Linda F.

Latest posts by Linda F. (see all)

Nessun commento

LASCIA UN MESSAGGIO