Budapest amore mio

0

Budapest è una città che piace subito, bella, romantica, varia, poliedrica, una città allegra di giorno e dalla vita notturna spensierata, tra violini e danze tzigane, museo a cielo aperto per chi ama l’arte, piena di negozi, con le terme centenarie, dalla cucina dolcissima e speziata. É una città seducente che riserva sempre sorprese inconsuete.

Budapest, la Regina del Danubio, è una città bimillenaria divisa in due dall’incantevole fiume: sulla riva destra Buda, la vecchia, romantica città cresciuta sulle pendici dei colli boscosi, sulla riva sinistra Pest, la metropoli moderna e dal fascino retrò.

Budapest è anche un luogo di riflessione, per non dimenticare il passato, dove la storia del novecento è testimoniata da monumenti e musei come monito alla memoria di tutto in continente.

Mentre prepariamo due itinerari per tutte le tasche, dal low budget al luxury, vi lasciamo qualche informazione pratica per organizzare la vostra partenza.

# Come arrivare
budapest5

Sono numerosi i voli per Budapest dall’Italia, soprattutto grazie alle compagnie lowcost come Wizz Air. La capitale ungherese è, infatti, collegata con voli di linea dai maggiori aeroporti italiani. Essendo una compagnia low cost, Wizz Air è focalizzata nell’offrire voli accessibili e soluzioni di viaggio economiche. La flotta della compagnia conta solamente di aeromobili Airbus A320, con una media di vita di 3 anni.

Una particolarità che abbiamo scoperto durante il nostro volo è il WIZZ Discount Club che offre una vasta gamma di sconti sui viaggi e relativi servizi. Oltre allo sconto minimo garantito di € 10 sulle tariffe dei biglietti*, i membri possono usufruire di un ulteriore risparmio di € 5 su ogni bagaglio a mano grande e su ogni bagaglio destinato alla stiva acquistati online.

Arrivati a Budapest, poi, raggiungere il centro è facilissimo. Usciti dal terminal si trova subito l’autobus 200E che, in una quindicina di minuti, porta alla fermata K?bánya-Kispest, capolinea della linea della metro M3, da dove è possibile raggiungere molte zone della città.

# Come muoversi

budapest1

I mezzi pubblici a Budapest sono efficienti, veloci, frequenti e gli abbonamenti giornalieri costano poco. Non fatevi ingannare dalla linea M3, la prima che prenderete per lasciare l’areoporto, è quella periferica ed anche la meno curata, ma le altre linee, tra cui la storica M1, interamente in legno, vi conquisteranno ad ogni stazione.

I biglietti devono essere convalidati appena entrate in stazione. Vedrete che senza biglietto corretto o non obliterato non vi sarà permesso neanche arrivare sui binari. I controllori si trovano ovunque in metropolitana e su tutti gli autobus, soprattutto nelle tratte più turistiche come la n.2. Le multe sono salatissime e se i controllori non sono in grado di farsi capire nè in ungherese e né in inglese chiameranno addirittura la polizia.

# Informazioni pratiche

budapest3

Il nostro consiglio è quello di acquistare la Budapest card, che con tariffe diverse valide per 24, 48 o 72 ore vi permette di usufruire gratuitamente dei trasporti pubblici, di avere riduzioni per l’ingresso nei musei, negli stabilimenti termali, nei ristoranti e per il noleggio auto. Sono oltre 150 le offerte a cui potrete accedere grazie a questi pacchetti.
All’interno è poi compreso uno dei due tour turistici, o a Buda o a Pest, che dura circa due ore e vi permette di visitare, anche tramite le parole di esperte guide, i luoghi principali della città.

L’Ungheria pur facendo parte della Comunità Europea ma non ha ancora adottato l’Euro. La moneta corrente a Budapest, quindi, è il Fiorino Ungherese, il cui cambio è relativamente stabile. Il modo, più economico e con miglior tasso, per avere la moneta locale è quello del prelievo con il bancomat o utilizzare i vari uffici di cambio disseminati in città.

Budapest è una città con molti hotspot per il wi-fi. Hotel, caffetterie e ristoranti mettono a disposizione le loro reti anche senza password e spesso, nei punti di maggior interesse, vi verrà in aiuto la rete cittadina. Noi abbiamo navigato ovunque con grande facilità.

# Cosa mangiare

budapest6

Tre sono le parole chiave a tavola:

  • gulasch, la speziatissima zuppa di carne e verdura impreziosita dalla paprika
  • pesce gatto, da mangiare al forno con le patate o come versione meno tradizionale della zuppa
  • dolci di ogni tipo, dalle brioches di Gerbeaud, dalle torte del New York al più economico kürt?skalács.

# Il Danubio

budapest2

Parlare di Budepest significa anche parlare del Danubio. Il fiume è il cuore pulsante della città. Potreste passare, come abbiamo fatto noi, delle ore a camminare sulle sue rive, a vedere i monumenti e le statue che le arricchiscono, a oltrepassare i maestosi ponti che raccontano mille leggende.

Sapevate che dopo aver percorso tutto il Ponte della Libertà, da una riva all’altra, potrete esprimere un desiderio ?

Sapevate che il Ponte delle Catene non solo è il più vecchio, ma fu anche il primo ad unire le due città di Buda e Pest ?

Potrete anche vederlo scorrere letto e placido dal Bastione dei Pescatori, o tramite i finestrini del tram n.2 o dalle balaustra di una delle tante navi che lo solcano. Potrete anche ammirarlo, al tramonto, dalle rive dell’Isola Margherita che si trova poco distante dal centro.

Da qualunque prospettiva lo guardiate, a qualsiasi ora, con qualsiasi luce, durante la notte ha un effetto cromatico meraviglioso, il grande fiume, non più tanto blu, come ci ha raccontato Strauss, vi farà innamorare all’istante.

The following two tabs change content below.
Linda F.

Linda F.

37 anni, insegnante, viaggiatrice e un sogno: poter correre nei musei come Jules e Jim. Ama fare e disfare le valigie, crede che sia bello partire e anche ritornare. Crede anche nell'essenza profonda della fotografia e nel valore delle parole. Crede che non ci sia modo migliore di organizzare un viaggio se non i consigli di chi quel viaggio l'ha già fatto ...
Linda F.

Latest posts by Linda F. (see all)

Nessun commento

LASCIA UN MESSAGGIO