Conoscere la Costa Brava. Un viaggio alla scoperta delle sue bellezze e del buon cibo

0
costa_brava_thumb

La Costa Brava è una delle coste più belle di tutta Spagna. Ogni estate migliaia di turisti visitano questa costa per godersi un po’ di sano relax tra splendide spiagge, acqua cristallina, cibo di ottima qualità e vini eccezionali

La Costa Brava, presa d’assalto in estate, può essere visitata anche nei restanti mesi dell’anno, con maggior tranquillità, grazie alla sua temperatura mite che permette di godersela anche nei mesi autunno

!Andiamo a scoprire tutte le sue bellezze

1.calella_costa_brava

Quanto è lunga la Costa Brava?

La Costa Brava si estende per circa 200 km, dalla cittadina di Blanes fino quasi a raggiungere i confini con la Francia

Un susseguirsi di calette e splendidi villaggi lungo la costa frastagliata, la sensazione di fare un tuffo nel passato e la tranquillità che si respira quando si visitano gli antichi e tradizionali paesini sul mare

.Uno dei modi migliori per visitare la Costa Brava è percorrere il famoso “Camino de Ronda”

Di cosa si tratta? E’ un itinerario (o meglio, più itinerari che variano in base al tempo e difficoltà di percorrenza) da fare a piedi, che collega i diversi villaggi sulla costa, grazie al quale è possibile scoprire luoghi e angoli nascosti che altrimenti sarebbe impossibile raggiungere perché inaccessibili e non raggiungibili con l’auto o i mezzi pubblici

2.calella_costa_brava

Tra i paesini più importanti e conosciuti, che si raggiungono facendo il Camino de Ronda, ci sono Calella de Palafrugell, Llanfranc e Tamariu

Raccomando di portarsi le scarpe da trekking, perfette per camminare lungo la costa frastagliata e su terreno un po’ franoso…ma assicuro, niente di pericoloso

Prima di raggiungere la costa, facciamo un salto a Palafrugell

Il Comune di Palafrugell è considerato la capitale economica della regione Baix Empordà. Qui si producono vini di ottima qualità e tappi da sughero e per questo la cittadina è considerata un centro commerciale piuttosto importante. Si può visitare anche il Museo del Sughero

Nonostante lo sviluppo industriale, Palafrugell ha però saputo mantenere anche le sue origini storiche, con le sue mura, il suo mercato municipale ed il centro storico dallo stile gotico medievale

3.llanfranc_costa_brava

Raggiunta la costa, si possono visitare le località di  Calella de Palafrugell, Llanfranc e Tamariu

Calella è sicuramente uno dei villaggi più esclusivi e frequentati dai turisti: piccole e splendide calette, mare calmo e cristallino, casette colorate, negozi di souvenir e botteghe artigiane

Essendo la località più turistica, è probabilmente anche la più cara, ma nonostante la presenza di tanti turisti, soprattutto in estate, l’atmosfera è comunque molto piacevole

Le località di Llanfranc e Tamariu, più piccoline e tranquille, hanno mantenuto di più le loro origini e qui si respira davvero l’atmosfera ed il fascino degli antichi villaggi di pescatori

Se vieni nel mese di luglio, ti ricordo che qui, il primo sabato del mese, si festeggia uno degli eventi musicali più importanti dell’anno che attira tantissime persone, tra turisti e cittadini della zona

Protagonista la Habanera, un canto popolare e una danza originari di Cuba, arrivati in Spagna perché portati dai pescatori spagnoli che nel corso dei secoli andavano e venivano dall’America per lavoro

Un pochino più distante da queste 3 località, ma più vicina a Barcellona, si trova la cittadina di Palamós, meta estiva di riferimento per le sue splendide spiagge, conosciuta per il suo importante porto (uno tra i più importanti in Catalogna) e per i suoi gamberi…i famosi gamberi di Palamós

E’ proprio qui che ogni giorno, al tramonto, si svolge all’interno della Loggia di Palamós, l’asta del pesce: a fine giornata tutti i pescherecci rientrano in porto ed inizia la vendita di chili e chili di pesce fresco appena pescato

Non avevo mai assistito ad un’asta, tanto meno di pesce. Un’esperienza interessante che permette di conoscere la vera essenza della costa

4.pals_costa_brava

La Catalogna è conosciuta per la sua varietà di paesaggi e per le sue bellezze distribuite su tutta la regione, dalla costa fin nell’entroterra

Ed è proprio per questo che dalla spiaggia, andiamo in collina! Andiamo a conoscere il piccolo borgo di Pals

Pals è uno splendido borgo medievale, un posto magico, da film. Se in estate è molto animato e pieno di turisti, in inverno sembra quasi disabitato

Se lo si visita di sera, l’atmosfera è incredibile: in pochi minuti si torna in pieno Medioevo, tra stradine strette, mura medievali e luci soffuse che si intravedono dalle piccole finestre delle case

Pals è anche uno dei centri più importanti per la produzione di riso, grazie alle numerose risaie che si trovano in questa zona. Io ho fatto un giretto tra queste risaie, insieme al titolare dell’azienda Arròs Estany..ho scoperto che ci sono un’infinità di tipologie di riso differenti

La gastronomia della Costa Brava

Ho parlato dei gamberi di Palamós e del riso di Pals….e allora perché non andare alla scoperta di alcuni dei piatti tipici della gastronomia catalana e della Costa Brava

Siamo nella zona dell’Empordá, a 2 ore di strada da Barcellona. Qui si trovano alcuni dei ristoranti che fanno parte del collettivo gastronomico “Cuina del l’Empordanet”, un collettivo che ha l’obiettivo di promuovere la qualità gastronomica del territorio

5.ristorante_hotel_terramar_llanfranc

Devi sapere che questa zona è conosciuta per i suoi piatti “mar y montaña”: in un unico piatto si mescolano prodotti di mare con prodotti di montagna

Come il famoso “Suquet”, un bollito di carne e di pesce dal gusto delizioso

Piatti di crostacei che si fondono con selvaggina e carne alla brace, cozze allo scoglio e riso ai funghi porcini: questi sono alcuni dei piatti che ho provato io, durante i miei 4 giorni in Costa Brava

Tra i dolci, da provare il Recuit, un formaggio tipico della zona dell’Empordá che può essere mangiato sia dolce che salato, ma che generalmente viene offerto come dessert. Io l’ho assaggiato accompagnato da crema di tè nero, ciliegie e fragole

Tra i ristoranti che ho provato io, ci sono il Ristorante Aradi nella località costiera di Platja d’Aro, il Ristorante dell’Hotel Terramar sul lungomare di Llanfranc, il Ristorante Mas de Torrent, il Ristorante La Plaça nella località di Madremanya ed il Ristorante Els Tinars nella località di Llangostera…la mia prima esperienza culinaria in una ristorante con una stella Michelin

I vini della Costa Brava

Si sa, un buon piatto va accompagnato da un buon vino! Ed in Costa Brava non c’è che l’imbarazzo della scelta

Tantissimi vigneti e tante le cantine in cui vengono coltivate le diverse varietà di uva: syrah, cabernet franc, merlot e cabernet sauvignon per il vino rosso; viognier, marsanne e roussane per il vino bianco

Le cantine che ho avuto il piacere di visitare sono la Cantina di Clos d’Agon e la Cantina Brugarol

6.vigneti_costa_brava

Come arrivare in Costa Brava

Il consiglio che do sempre è quello di noleggiare una macchina: è molto più semplice e si ha la totale libertà di andare dove si vuole. Oltretutto alcune località non sono raggiungibili con i mezzi pubblici

Dalla Estació del Nord c’è un servizio di bus della Sarfa che raggiunge Palafrugell. Da lì però, per spostarsi nella altre località vicino è necessario prendere un taxi

Se viaggi in treno, puoi raggiungere Girona, ma poi è necessario prendere un taxi per Palafrugell

Il servizio della Sarfa raggiunge anche la località di Palamós

The following two tabs change content below.
Martina
Curiosa, creativa e un po' vagabonda, viaggia da quando è piccola e non riesce a pensare ad una vita senza valigia. E' nata a Ravenna, è follemente innamorata della California e della vita losangelina, ed attualmente vive a Barcellona dove scrive e fotografa per la città che ama. Nei suoi viaggi ama documentare ogni storia ed ogni esperienza attraverso i suoi scatti.

Nessun commento

LASCIA UN MESSAGGIO