SCOPRIRE GAUDI’ A BARCELLONA: itinerario di 3 giorni

Shutterstock

Spinta da curiosità personale e passione per l’architettura, ho deciso di visitare la splendida Barcellona disperdendomi tra colori, arte e cultura che questa città sa regalare ai propri visitatori.

Se penso a Barcellona penso a Gaudí, a quel misterioso architetto che si studia durante le lezioni di storia dell’arte alle superiori il cui simbolo, almeno nella mia testa, è rappresentato dalla Sagrada Família.

Studiare la Sagrada Família, la Pedrera, Casa Batlló e tutte le altre sue opere architettoniche, può essere d’aiuto per capirne il significato simbolico ma vedere dal vivo tutto ciò non ha prezzo!

L’unica “pecca” è il costo d’entrata che in alcuni casi può essere eccessivo soprattutto per le famiglie, per questo motivo può essere utile selezionare i monumenti da visitare in base a ciò che vi piace di più e lasciare al prossimo viaggio il resto, io ho fatto così!

Per risparmiare bisogna acquistare online e per acquistare online bisogna muoversi con qualche ora d’anticipo, se possibile anche con qualche giorno perché a causa della miriade di turisti le visite potrebbero essere chiuse e voi potreste perdervi l’opportunità di entrare.

I siti su cui acquistare i biglietti sono vari e potrete scegliere la fascia oraria d’ingresso e tra diverse tipologie di pacchetti: ingresso semplice, con audio guida, visita organizzata, ingressi congiunti, e così via; una volta fatto l’acquisto si genera un file PDF da salvare e mostrare all’ingresso (non serve la stampa). Solitamente per bambini e studenti universitari è previsto uno sconto ma, nell’ultimo caso, è necessario mostrare la tessera universitaria dunque tenetela sempre a portata di mano.

Una volta acquistati i biglietti, avendo la certezza di entrare, perdetevi tra le strade di questa splendida città godendovi la musica che si sente in ogni viuzza del centro e assaporando i profumi emanati dai mercati.

Tre giorni possono sembrare pochi ma se organizzati bene sono sufficienti per vedere tutta la città sebbene sia necessario ritagliarsi del tempo per poter visitare le varie opere di Gaudí.

Giorno 1

# Parc de la Ciutadella e la Cascada

Parc de la Ciutadella e la Cascada

Se il primo giorno arrivate stanchi dopo il volo e magari non avete tanto tempo a disposizione, consiglio di fare una passeggiata rilassante a Parc de la Ciutadella e visitare il monumento la Cascada.

L’ingresso al parco è gratuito ed è molto bello e suggestivo da percorrere grazie alla natura che popola questo spazio della città, al suo interno vi ha sede il parlamento regionale della catalogna e vari edifici interessanti sparsi qua e là.

La grande cascata, al cui progetto architettonico e idraulico collaborò Gaudí, si trova all’interno del parco ed è un monumento bellissimo da vedere, fotografare e ascoltare.

Il verde con le ricche fontane e cascate sono l’habitat ideale per animali di vario genere, infatti, sempre nel parco, si trova lo zoo cittadino che è possibile visitare. Non è raro imbattersi anche in artisti di strada e musicisti che rendono ancora più vivo il posto.

# Plaça Reial

Reial - Barcellona itinerario Gaudì

Da Parc de la Ciutadela è possibile raggiungere a piedi il centro (se avete voglia di camminare un pochino) oppure in metro e visitare varie attrazioni tra cui: La Catedral, Església de Santa Maria del Mar, il Museo Picasso, passeggiare su La Rambla facendo un salto al Mercat de la Boqueria e bere un drink a Plaça Reial.

Plaça Reial è una delle piazze più incantevoli di Barcellona, è il punto in cui molti visitatori lasciano La Rambla per entrare nel Quartiere Gotico ed è proprio qui che hanno sede alcuni lavori del primo Gaudí come i lampioni. Sotto i portici in stile neoclassico che circondano la piazza ci sono numerosi bar, ristoranti e locali notturni animati a tutte le ore, insomma un posto perfetto per chi ama la vita mondana e il divertimento!

Giorno 2

# La Pedrera e Casa Batlló

La Pedrera

Se volete fare i veri turisti e godervi un giro panoramico della città, la cosa più semplice da fare è acquistare un biglietto giornaliero per il Barcelona City Bus (www.barcelona.city-tour.com), un bus turistico che fa visita a tutte le tappe meritevoli di Barcellona con audioguida inclusa e possibilità di salire e scendere alle varie fermate quando si vuole.

Se invece preferite mischiarvi tra la gente del posto potete tranquillamente muovervi a piedi o in metro, tutti i punti di interesse sono facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici e potrete avere accesso immediato alla rete della metropolitana con le varie fermate scaricando l’App ufficiale della Metro di Barcellona (TMP App) o accedendo al sito www.tmb.net.

Con entrambi le opzioni è possibile raggiungere Casa Milà, meglio conosciuta come La Pedrera, e Casa Batlló nelle vicinanze, da visitare con calma in mattinata per poi sostare nei paraggi a gustare un po’ di Tapas.

La Pedrera, una delle strutture più belle situata presso Paseig de Gràcia, ospita appartamenti e uffici ed è facile da riconoscere per la facciata ondulata molto particolare e di bell’aspetto. Oltre alla parte esterna anche quella interna rappresenta lo stile dell’architetto e, pian piano si sale verso l’altro, le sorprese di certo non diminuiscono.

All’interno della Casa vi accoglierà un cortile interno molto particolare e potrete visitare la Terrazza sul tetto con i suoi comignoli, scalinate e condotti, l’Espai Gaudí in cui camminare sotto i suoi 270 archi e l’Appartamento della Pedrera ospitato all’interno del palazzo.

Essendo un monumento molto visitato è consigliabile acquistare i biglietti online, merita spendere qualcosa in più per l’audioguida.

Trovate tutto sul sito www.lapedrera.com

Proseguendo lungo Paseig de Gràcia ci si imbatte in Casa Batlló anche questa riconoscibile perché rappresentativa dello stile di Gaudi’, coloratissima e luminosa la sua facciata che sembra ricordare il dorso del drago del patrono della Catalogna mentre la finestratura rappresenta lo scheletro umano.

Spesso si formano code molto lunghe per entrare quindi è consigliabile anche in questo caso acquistare i biglietti online sul sito ufficiale www.casabatllo.es, vicino a Casa Batlló si trova anche Casa Amatller di Puig i Cadafalch.

# La Sagrada Família

La Sagrada Família itinerario Gaudì

Ed eccoci arrivati al pezzo clou del vostro Gaudi’ Tour: La Sagrada Família.

Innanzi tutto prendetevi un bel pomeriggio per raggiungere e visitare la Sagrada Família che si trova un po’ distante dal centro ma facile da raggiungere sia a piedi (da Paseig de Gàcia) che in metro (linee 2 e 5 scendendo alla fermata omonima), una volta arrivati, si spera già muniti di biglietto altrimenti potreste aspettare parecchio, sedetevi un momento su una delle panchine nel parco ad ammirare l’esterno.

Potrete notare due facciate completamente diverse tra loro ma ricchissime di particolari.

La Facciata della Natività è la più maestosa e complessa ed anche la prima ad essere ultimata, se vi avvicinate potrete scorgere la fusione tra natura e uomo tipica delle opere di Gaudi’.

La Facciata della Passione molto più spoglia contrapposta a quella della Natività, ma è proprio questa semplicità a renderla significativa e molto bella da vedere.

Per quanto riguarda l’interno beh, non ci tengo a fare una lezione di storia dell’arte dunque non parlerò della navata, della cripta e nemmeno dei campanili, ma mi limiterò a mostrarvi una foto perché non so veramente come descrivere a parole questo spettacolo.

Anche qui prendete l’audioguida, non perdetevi tutti i segreti nascosti in questo posto, sarebbe un peccato! I biglietti posso essere acquistati sul sito ufficiale della Sagrada Família www.sagradafamilia.org in cui sono specificati tutti i pacchetti disponibili e i relativi prezzi.

Giorno 3

# Parc Güell

 Parc Güell

L’ultima tappa non può che non essere Parc Güell, un bellissimo parco immerso nella natura realizzato sempre dal mitico Gaudí.

Parc Güell si trova lontano dal centro, per questo motivo è necessario prendere un mezzo pubblico:

Metropolitana  Per arrivare al Parco è possibile percorre l’itinerario segnato dalle stazioni di Vallcarca e Lesseps

Autobus  N°24, fermata vicino ad uno degli ingressi

Barcelona City Bus  Linea verde fermata Parc Güell

Per quanto riguarda i biglietti d’entrata, si possono acquistare online sul sito www.parkguell.cat oppure il loco. In quest’ultimo caso potreste aspettare un po’ prima di entrare, tuttavia il parco è circondato da una zona verde bellissima con una passeggiata che vi mostrerà la città dall’alto per cui ne vale proprio la pena!

Una volta entrati sarete immersi in un’atmosfera molto divertente, quasi surreale ricca di colori e ambienti suggestivi, prendetevi un po’ di tempo per girare e una volta terminato il giro potrete sostare al bar situato all’interno del parco e gustare un po’ di cibi tipici prima di rimettervi in cammino.

The following two tabs change content below.
Carlotta Tetoldini

Carlotta Tetoldini

Carlotta Tetoldini 24 anni. Solare e dinamica, sono alla ricerca di continui stimoli e il viaggio rappresenta una mia grande passione. Mi piace immortalare tutto quello che mi emoziona e attraverso la fotografia cerco di catturare la bellezza dei posti che mi circondano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here