Parigi e la rive droite

“Ci sono solo due posti al mondo dove possiamo vivere felicemente: a casa e a Parigi” (E. Hemingway)

Rive Droite o Rive Gauche? A Parigi la sfida è a colpi di bellezza. Ovvero quella in cui ci si imbatte scegliendo di immergersi in interminabili passeggiate in una sponda o nell’altra della Senna.

Ecco perché vi suggeriamo di prendere subito carta e penna e spuntare uno dopo l’altro i luoghi e i monumenti che più vi fanno sognare quando pensate a Parigi tutti rigorosamente sulla riva destra.

# COSA VEDERE

  1. Immancabile, all’Opera de Paris. Simbolo per decenni della grandeur artistica della capitale francese, l’Opera resta ancora oggi un grande appuntamento col gusto e l’eleganze à la française che ognuno, specie se alla prima visita parigina, dovrebbe assolutamente mettere in conto.
  2. Poi c’è il Marais, il quartiere ebraico e culturale della capitale francese. Oltre che il simbolo dello shopping per i parigini di tutte le generazioni. Senza contare la bellezza dei suoi scorci urbani e delle sue piazze incantevoli risalenti al 1200. Un esempio su tutte: Place de Vosges.
  3. Parlando di Rive Droite, poi, come non citare Montmartre. La butte (collina) più famosa di Parigi per essere stata per molti anni il quartiere dei più importanti artisti di tutto il mondo è, come si dice, uno spettacolo nello spettacolo della Ville Lumière.

4. Louvre è un rito a cui non ci si può sottrarre! Il Louvre, il “museo dei            musei” è qui, insieme ai delicatissimi Giardini des Tuileries.

5. Il Trocadéro è una attrazione interessante sia a causa della sua particolare        forma che lo fa apparire come un grande complesso monumentale costituito dal Palais de Chaillot, sia per la sua posizione privilegiata, a poche centinaia di metri dalla Torre Eiffel, che si può scorgere guardando al di là della Senna in una cornice urbana incantevole.

Ecco l’itinerario completo usufruendo dei mezzi pubblici

Questo è il link per il telefono –> Google Maps

# COSA FARE

Si possono scoprire i segreti della pasticceria francese, partecipando ad lezioni di cucina a casa di Elodie grazie a Vizeat. Elodie, abita in delizioso appartamento a Montmatre, ed accoglie i suoi ospiti, o i suoi allievi, che dir si voglia, in un salotto deliziosamente arredato e mette a disposizione la sua cucina per far imparare a chiunque a cucinare le migliori ricette che conosce.

Noi dopo aver indossato il grambiule, misurato e mescolato ingredienti, informato pasta frolla, preparato meringa e marmellata di limoni abbiamo assaggiato la nostra creazione; delle mini lemon cake. Accompagnante da pregiato tea bianco, sorrisi e consigli culinari di alto livello. Chiedete ad Elodie anche consigli per la vostra visita in città, scoverà per voi indirizzi di negozi alla moda e super chic, ristorantini per locali e stradine scenografiche che pochi conoscono.

# MUSEO DELLE ARTI DECORATIVE

Il Museo delle Arti Decorative, in francese Musée des Arts Décoratifs, è stato fondato nel XIX secolo per mostrare ‘la realizzazione del bello’. Il Museo, allestito nell’area Marsan del Louvre, espone migliaia di oggetti e opere di collezionisti che vi offriranno un panorama completo delle arti decorative, dal medioevo al XXI secolo. Le opere custodite nel museo illustrano gli aspetti e le diverse tecniche della produzione artistica e sono suddivise in sezioni cronologiche e sezioni tematiche, spaziando dai giocattoli ai gioielli, dalle ceramiche ai mobili. Nei passati mesi invernali poi ha ospitato la bellissima e scenografica mostra dedicata alla maison di Moda Dior, una delle più celebri e osannate in tutto il mondo. Si è trattata  della più grande esposizione di moda mai tenuta a Parigi.

# DOVE MANGIARE

Le Grand Cafe Capucines  è un classico ristorante parigino, con pesce freschissimo, ostriche, gamberetti e vongole presentate in maniera regale. Ci si trova immersi in un ambiente belle époque, tappeti, lampadari, arredamento richiamano l’art decò. I tavoli sono piccoli, ma a Parigi è cosi. Il vino alsaziano è ottimo. I prezzi non sono popolari,ma la qualità è alta e nella vita ogni tanto bisogna farsi coccolare. E poi potrete vivere in questo ristorante le atmosfere liberty classiche della ville lumiere.

 # DOVE DORMIRE

L’Idol è un piccolo hotel boutique nel centro della città, ideale per una fuga romantica e per gli amanti della musica. A due passi dalla fermata Europè della metropolita è immerso in un quartiere che è la quinta essenza di Parigi; edifici calcarei, tetti a mansarda, finestre con balconcino di ferro, piccoli negozi e mercati contadini. Vi sembrerà di tornare indietro nel tempo. Le camere invece sono super tecnologiche, arredate sui torni dell’oro e del viola, dotate di impianto bluetooth per ascoltare la musica e con caffè, italiano, a disposizione. La ricca colazione con pasticceria fragrante, yogurt fresco e delicati succhi sarà per voi il miglior risveglio per affrontare una giornata in giro. Per aiutarvi a viverla senza problemi di spostamento il consiglio è quello di fare, grazie a Visit Paris, la tessera giornaliera o plurigiornaliera della metrò in modo da muoversi con facilità da un capo all’altro della città.

L’affascinante bellezza, la ricchezza dei suoi monumenti, la delicatezza dei suoi edifici, la dolcezza dei suoi viali, la sensualità dei suoi caffè più famosi sono da sempre i punti più belli della Parigi che mi piace e se non sempre è facile raggiungerla è facile ragalarsi una sera sul divano, con pop corn e vino bianco per vedere le pellicole che la rendono immortale come “Jules e Jim”,  “The Dreamers”, “Il favoloso mondo di Amelie” o “Midnight in Paris”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here