Food Experience a Bruxelles

Se si potesse raccontare un luogo attraverso gli odori e i profumi, Bruxelles avrebbe certamente quello dolce del cioccolato, quello aspognolo e fermentato della birra bianca, quello succoso e armonioso della buona carne, quello salato e avvolgente dei moules e fries, ed infine quello lieve e delicato dei gaufre, venduti dagli ambulanti che ne diffondono l’aroma.
Bruxelles per me è stata la capitale dei sapori e degli odori, un vero tripudio di felicità per le papille gustative. Cosa e dove mangiare a Bruxcelles? Acco alcuni miei consigli

Mangiare da Chez Leon

Chez Leon; un classico, tra le sue specialità troverete i famosi “moules and frites“, ovvero il piatto piu conosciuto della gastronomia belga. Si trova nella centralissima Rue des Bouchers. Evitare tutte le altre trappole per turisti e sedetevi ai loro tavolini. Ordinate tra le diverse proposte; noi abbiamo gradito quelle aromatizzate e accompagnate il tutto con l’ottima birra locale. Non ve ne pentirete.

Provare i waffle al Mokafè

Mokafè, nella regale galleria coperta, Galeries Royales Saint-Hubert, a pochi passi dalla Grand Place, che richiama immancabilmente Parigi, offre i migliori waffle o gaufre della città. Almeno quello dove generazioni e generazioni di nonne portano i nipotini, rigorosamente local, a far merenda con il tipico dolcetto, dalle venti caselline, cosparso di zucchero. Nelle altre varianti non perdersi quelli alla frutta, soprattutto fragole, ed alla crema di cioccolato.

Farsi una birra a Moeder Lambic

Moeder Lambic, giovane birreria, che offre “solo” una quarantina di etichette, locali e di microbirrifici.

Quel solo fa la differenza rispetto alle più antiche birrerie del centro storico, come Delirium, che vantano la presenza alla spina o in bottiglia, di avere più di 3.000. Da assaggiare le birre ispirate alla bandiera belga, una scurissima, una bionda e una rossa (alla ciliegia, lontanissima dal nostro gusto, ma da provare); senza dimenticare una bianca belga che mette tutti d’accordo. Se siete esperti sapete che prima di tutto dovrete chiedere l’oro biondo di Bruxelles che proviene da Cantillon Brewery.

 

Il cioccolato di Laurent Gerbaud

– Da Laurent Gerbaud potrete provare la vera eccellenza del cioccolato.Gerbaud, il ”cioccolatiere dei nuovi sapori”, che mescola il cacao con prodotti salati e spezie, in persona tiene dei workshop in cui mostra come vengono creati i Mendiants – crostatine di cioccolato con frutta secca – ed offre una degustazione di praline. Ognuno di noi può provare, almeno per un’ora, a comporre dei mendiants, accostando frutta disidrata, nocciole, mirtilli, zenzero o anacardi.  La migliore pralina in assoluto, almeno per noi, racconta anche di un’eccellenza italiana in quanto mischia il fine cioccolato con il gusto ricco delle olive taggiasche. Una sola non vi basterà. Questa pralina poi ha reso Laurent migliore pasticcere del mondo nel 2017.

Colonel: il paradiso dei carnivori

Colonel, fermata della metro Louise, una elegante brasserie, da il benvenuto ai clienti con succulenti tagli di carne messi in bella mostra in un grande bancone vicino all’ingresso; vi sembrerà di essere in una vera e propria osteria fiorentina. Sarete sorpresi dalla qualità dei salumi, dalla cottura perfetta della carne e dalle patate accompagnate da deliziose salse. Il paradiso dei carnivori, inserito a pieno titolo nella guida Michelin. Avrete a disposizione sia birre che buone etichette di vino, ma vi assicuriamo che le prime sono meglio delle seconde.

Quali sono invece i vostri indirizzi preferiti in città ? Noi ad esempio non abbiamo fatto in tempo a scovare il migliore food track per le patatine fritte. Ne conoscete qualcuno. Siamo sempre a caccia di indirizzi nuovi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here